RomaCogitans

Un serbatoio di idee per chi ha a cuore le sorti di Roma

    Annunci
  • . . Cicciobellus Homo Providentiae . Scegli sindaco
  • Nota per Levi-Prodi-Gentiloni sul ddl del 3 agosto 2007

    Questo Blog non è un prodotto editoriale, ma un diario che permette di sfogare le frustrazioni di abitante di una città da terzo mondo e cittadino governato da malfattori e farabutti come voi. Questo Diario-Blog non ha niente di paragonabile a prodotti “di informazione, di formazione, di divulgazione, di intrattenimento”, ma è piuttosto una forma moderna per non finire attaccati ad una bottiglia di Whisky per dimenticare lo squallore romano e italiano in cui ci state gettando... Insomma, bamboccioni miei incollati sulle Poltrone, esprimere e scrivere le mie idee per me rappresenta una forma terapeutica che regolarizza il mio battito cardiaco e tiene sotto controllo la pressione, oltre alle palle che rallentano il loro vorticare… Chi mi vuole staccare la spina dovrà vedersela con la CEI e il Papa! ;)
  • Commenti recenti

    Perché NON si può vo… su Sette piani di convenienza, pe…
    Perché NON si può vo… su Con la bici non arrivi in uffi…
    Perché NON si può vo… su Promesse di ferro, ma Roma è r…
    Perché NON si può vo… su Ministeri, in arrivo il piano…
    Perché NON si può vo… su Il negazionismo rutelliano
  • RSS Articoli da Blogs a Roma

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.
  • Categorie

  • Archivi

  • Libro bianco sulla città di Roma

  • No alla festa del cinema!

  • Dove sono finiti i fondi della finanziaria 2007 per il Software Libero?

Fuori Porta

1) Idee di respiro nazionale che possono avere impatto anche su Roma;

2) Idee per Roma così generiche da poter essere potenzialmente applicate a qualsiasi contesto;

3) Fatti, persone ed eventi non romani, ma che hanno influenza o condizionano la vita romana.

Annunci

3 Risposte to “Fuori Porta”

  1. Ahmadinejad said

    News from Rome, chief seat of UN Agencies dealing with alimentary and health problems:

    More than 100 million people around the world risk forced migration because of uncontrolled Capitalism and useless UN Agencies. Sod them! We have to stop them, they cannot invade our countries, because they have to work for us in their lands, and we, the superior White Race, cannot pay for the incapacity of inferior populations!

    2006 is the International Year of Soul Deserts and Brain Desertification. If you are a tiny bit more intelligent than a plant, we will “correct” your brain with accurate “TV treatment”.

    Brain desertification can be reversed, but, fuck it! we like the planet now! We are struggling for going on like that! Over 70 per cent of IFAD, FAO, WHO and WFP supported projects and programmes are to better our fucking business (new luxury yachts, loads of holidays in expensive resorts, personal financial speculations) and the rest is to screw you up: poor rural people in particular can both starve and work for us as salves so that we can better exploit the lands and natural resources on which they depend.

    Give us your money, do that for improving world life conditions: there is a brand new Mercedes Benz we want to buy for our UN managers… one Mercedes each, of course… a better life for us!

    Are you shameless and supplied with a good number of recommendations? Join us! The recommendations come from somebody very important (like a war criminal)? You will get a new Mercedes paid using funds collected with the excuse of building wells and schools in developing countries!

    And never forget! “In God we trust!” Is it OK Georgie?

  2. Buongiorno,
    ho da poco pubblicato un blog, che ha lo scopo di promuovere l’attuazione della carreggiata unica e la netta separazione dei sensi di marcia (uno sulla via del Mare e l’altro sull’Ostiense da Roma ad Acilia e viceversa).

    La viabilità dell’Ostiense risulterebbe in tal modo notevolmente alleggerita, consentendo a pendolari e residenti di non dover più sopportare l’estenuante attesa di lunghe code in entrata e in uscita da Acilia.

    Il problema è stato più volte sollevato alla Regione Lazio, al Comune di Roma e alla Provincia perché la competenza della strada nella sua totalità sembra appartenere a tutte e tre queste amministrazioni. Ma successivamente non si è saputo più nulla…perché mancano i fondi…??

    Tanti, e poco efficaci, sono stati gli interventi «tampone» realizzati in questi anni per la messa in sicurezza dell’arteria:dall’asfalto drenante, al sorpassometro, i velox per la registrazione della velocità media e poi il rifacimento della segnaletica orizzontale e verticale, sono solo tentativi per “calmare le acque” in attesa di una soluzione definitiva.

    Ma quando si verificherà, per la Via del Mare( inizialmente di competenza Anas, poi della Regione Lazio e ora di Comune e Provincia) l’intervento risolutivo, e cioè la trasformazione della via del Mare e della laterale Ostiense, attualmente entrambe a doppio senso di marcia, in un sistema unico grazie al quale sarà possibile modificare la viabilità dell’intera zona?
    Considerando gli incidenti mortali quotidiani, gli schianti frontali causati da sorpassi azzardati (il limite di velocità è 70 e in alcuni tratti scende addirittura 50 Km/h!) e i numerosi tamponamenti a catena anch’essi quotidiani, la messa in sicurezza significa: separare le due strade, realizzando per ognuna il senso unico, e ridisegnare le entrate e le uscite dei numerosi insediamenti abitativi presenti lungo tutto il percorso(Vitinia, Giano, Casal Bernocchi, ecc.)
    Per il miglioramento sostanziale della viabilità non è sufficiente la realizzazione della bretellina di via dei Romagnoli (un piccolo rondò che smisti il traffico in arrivo da Roma sulla via del Mare e riservi al solo traffico locale il tratto urbano di via dei Romagnoli), bensì l’adeguamento delle due arterie dal chilometro 1 al 25.

    Vorrei a tal fine raccogliere:

    * pareri a favore e contro l’attuale sistema viario ed affrontare con spirito critico ma costruttivo i vari temi di viabilità:l’obsoleta linea ferroviaria Roma-Ostia Lido e l’incubo della VIA DEL MARE ( limite di velocità di 50 Km in alcuni punti e di Km70, la confluenza sotto l’uscita n. 28 del raccordo e l’inesistenza di vie di fuga in caso di incidente e in caso di traffico nelle ore di punta)…
    *

    raccogliere suggerimenti di architetture e progetti nuovi;

    * raccogliere segnalazioni con data, ora e note per ogni giorno in cui vengono segnalati incidenti e tempi di attesa prima del deflusso.

    * proposta per una petizione a favore della via del mare a senso unico.

    L’insieme di queste azioni contribuirebbe notevolmente non solo a snellire il congestionato traffico della Via del Mare, ma anche a ridurre pericoli ed incidenti.

    Vi sarei grata se poteste pubblicizzare questo blog sul Vostro sito e/o su altri media.

    Grazie per il vostro aiuto,

    http://viadelmare.blogspot.com/

  3. Martina said

    Raccolta porta a porta?

    Dal Dicembre 2004 nel Comune di Roma e’ iniziata la raccolta dei rifiuti porta a porta, io la chiamerei piuttosto la raccolta “sporca sporca”!
    Le strade del Centro storico sono strette, troppo probabilmente per gli ingombranti camion della spazzatura, quindi il Comune ha deciso di dare il via ad un nuovo modo di raccogliere i rifiuti. Peccato che i cittadini abbiano capito che possono lasciare spazzatura ovunque!

    Si, perche’ l’hanno chiamata “raccolta porta a porta” ma in realta’ i rifiuti non vengono lasciati dentro le porte dei condomini, ma per strada, ad ogni angolo, senza alcun orario. La gente passa e lascia le buste piene di rifiuti per terra, come se ogni angolo del Centro fosse una succursale di una discarica!

    Ho chiamato l’AMA (800 867 035 e 06 4941564) un addetto molto gentile mi ha spiegato che i cassonetti sono stati tolti perche’ le strette strade del centro storico non permettevano ai camion dell’AMA di passare. Cassonetti piu’ piccoli -mi ha detto- probabilmente non sono stati previsti perche’ la gente li avrebbe spostati magari in mezzo alla strada per parcheggiare la propria macchina.

    A questo proposito infatti un mio collega mi conferma che a Via Ottaviano i piccoli bidoni con le ruote vengono costantemente spostati dalle persone che vogliono parcheggiare tanto che ora sono finiti tutti ammassati insieme nello stesso punto della via.

    La raccolta porta a porta significa che l’AMA raccoglie i rifiuti giornalmente all’interno del condominio, oppure la sera presso i ristoranti o altri esercizi commerciali – all’interno dell’esercizio stesso. I rifiuti indifferenziati vengono raccolti tutte le mattine mentre Carta Plastica, vetro e alluminio solamente in giorni particolari (nel mio Municipio, il Primo, Giovedi’ la carta, Martedi’ e Venerdi’ la Plastica e il Vetro) Nel caso di assenza di area interna (ingresso del condominio), tali rifiuti possono essere lasciati fuori dalla porta, la mattina presto entro le ore 8.00.

    Invece i rifiuti vengono abbandonati a tutte le ore del giorno e della notte ad ogni angolo e lungo le vie. L’AMA mi ha confermato che per questo motivo alla fine loro cercano di passare piu’ volte al giorno (con maggiore inquinamento della citta’.

    Se il Comune vuole aumentare il livello di raccolta differenziata dovrebbe anche aumentare il livello di comunicazione a tutti i cittadini, che dovrebbe secondo me essere piu’ chiara di quanto lo sia adesso.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: