RomaCogitans

Un serbatoio di idee per chi ha a cuore le sorti di Roma

Archive for the ‘Città & Ambiente’ Category

Festa dei vegetariani a piazza Re di Roma

Posted by romacogitans su 3 maggio 2008

L’industria della carne ha provocato, fra gli statunitensi, più morti di tutte le guerre di questo secolo. Se la carne è la vostra idea di “cibo vero per gente vera”, farete meglio a vivere in un luogo veramente vicino a un ospedale veramente efficienteNeal D.Bernard, presidente del “Comitato Medico per una Medicina Responsabile”, USA

Domani 4 maggio 2008 dalle ore 9.00 alle ore 21.00, a Piazza Re di Roma, si terrà la VI edizionedella Festa dei Vegetariani, organizzata da Franco Libero Manco e patrocinata dal IX Municipio di Roma.

Stands, gazebo e tavoli espositivi presenteranno anche quest’anno la cultura vegetariana in tutti i suoi aspetti: culturali, artistici, gastronomici ed altro, con settori riservati alle associazioni animaliste, ambientaliste e riguardanti la medicina naturale.

P R O G R A M M A

Ore 10,00: apertura stand con esposizione materiale di cultura vegetariana-animalista, ambientalista, prodotti biologici cruelty free

Ore 11,00: teoria e pratica di terapie di medicina non convenzionale

Ore 12,00: 13,00: esercizi yoga e Tai Chi con Riccardo De Marino

Ore 13,00: Canti Devozionali Indiani e Siddha Mantra: Ass.ne Ananda Marga

Ore 14,00: esercizi di Qi gong, Taoisti e Tai Chi Chuan con Marcello Giusti

15,00: liberi interventi delle associazioni aderenti, tra gli altri

“Cent’anni di esperanto” con l’ Associazione Vegetariana Esperantista

Ore 16,00: “Suoni dal mondo” del polistrumentista Oscar Bonelli

17,00: spettacolo per bambini con il “Burattino Vagabondo” e il clown Melanzana

Ore 18,00: poesie in tema di Franco Libero Manco con Elena Parisi e Pamela Palma

Ore 19,00: “La danza di Shiva Bharatanatyam” con Tiziana e Simona

Ore 20,00: conferenza sul tema: ““Vegetariani, per il nostro bene e quello del pianeta”, con Bruno Fedi, Massimo Anellini, Franco Libero Manco

La manifestazione, afferma Franco Libero Manco: “è un momento di incontro, scambio e crescita personale, nell’importante processo di riconoscimento del giusto valore alla Vita e delle diversità formali in cui si manifesta”

“Essere vegetariani è un dovere civile e morale, frutto di una scelta personale, e comunque un atto di amore nei confronti degli animali e un approccio migliore verso la sana alimentazione. E l’occasione migliore per i romani sarà partecipare alla VI Festa dei Vegetariani che organizziamo a piazza Re di Roma domenica prossima, per conoscere più da vicino una migliore cultura di vita, nel rispetto dell’ambiente e degli animali”.

Posted in Città & Ambiente | 3 Comments »

La Selva di Paliano svenduta ai palazzinari

Posted by romacogitans su 23 ottobre 2007

Tra poco più di un mese la Selva di Paliano, l’ex parco a due passi da Roma, per trenta anni oasi naturale dove osservare libere decine di specie di uccelli, luogo visitato da circa nove milioni di persone, bosco che ha ospitato il set di “Non ci resta che piangere”, verrà venduta all’asta in 31 lotti.

L’associazione “Il Grillo Parlante” sta organizzando una raccolta di firme cartacee da presentare al Ministro dell’Ambiente, visto che nella più totale illegalità (e indifferenza delle istituzioni e degli enti) si sta già procedendo alla spartizione di alcune aree.

Il filmato girato pochi giorni fa lo testimonia. E’ necessario preservare il Parco dallo smembramento che porterebbe i soliti palazzinari ignoti a farne quello che vogliono.

Sul sito anche la possibilità, con un semplice click, di inviare una mail di protesta, da sottoscrivere, al Ministro Pecoraro Scanio.

Da oggi chi vuole può sottoscrivere la petizione on line!

Sbrighiamoci che il tempo stringe, l’asta è fissata per la fine di ottobre 2007!!!

Grazie dell’attenzione, per favore girate il messaggio ad amici e parenti.

Posted in Città & Ambiente | 10 Comments »

“Ecosistema urbano 2008” a Roma

Posted by romacogitans su 16 ottobre 2007

Nelle scorse ore ho cercato di capire come sia possibile che un modesto amministratore che ha ottenuto ottimi risultati a Roma nella (anche lei utile) politica dell’effimero (feste, notti bianche, ecc), ma decisamente meno nel soddisfacimento di bisogni più cogenti (sicurezza, traffico, ambiente) possa abbindolare circa tre milioni di persone e farsi passare per salvatore della Patria. La storia però insegna: essere dotato di buona dialettica (ricordiamo alcuni dittatori, anche se è lungi da me l’idea di paragonare Veltroni ad un dittatore!) spesso è molto più importante della concretezza delle azioni: fanno più mille promesse che il raggiungimento di un obiettivo. E ora che il VERO obiettivo è stato raggiunto, non mi sorprenderebbe che tutti i cantieri dispersi per Roma chiudessero e su ogni cancello ai “lavori in corso” comparisse la scritta “ABBIAMO SCHERZATO”.

Comunque, a 48 ore dall’acclamazione a leader del PD del sindaco di Roma (che ripercorre il tragitto di Rutelli) e 24 ore dalla giornata mondiale dei blogger dedicata all’ambiente, cade a fagiolo la ricerca di Legambiente “Ecosistema urbano 2008” , in cui 110 città italiane vengono messe a confronto secondo vari elementi.

Ebbene, nella CLASSIFICA FINALE ECOSISTEMA URBANO 2008 (dati 2006, elab. 2007), Roma è al 55° posto (era al 60° nel 2007, cioè in base ai dati del 2005), quindi c’è stato tra il 2005 ed il 2006 (cui questi dati fanno riferimento) un certo miglioramento. Per la qualità dell’aria siamo all’80° posto nella media annuale dei valori medi registrati (con 68,3) per Biossido di Azoto-NO2 (μg/mc). Non va meglio per il PM10 (siamo al numero 57) né per il Benzene (58°), ma va un po’ meglio per l’Ozono (33° posto).

I dati relativi all’uso delle riserve idriche ed ai rifiuti urbani sembrano confortanti (ed il dato spiazza chi vive a Roma!).

Per il trasporto pubblico nelle quattro “metropoli” italiane, l’offerta di Roma è di 65 Km-vettura/ab/anno, seconda solo a Milano, ma meglio di Torino e Napoli, cui fa però riscontro un tasso di motorizzazione pari a 74 auto circolanti ogni 100 abitanti (auto/100ab.), relegando Roma al terzultimo posto della graduatoria… sarà perché qui siamo tutti ricchi o perché senza auto a Roma sei perso? L’indice di ciclabilità è 1,41 (m_eq./100ab.) – lunghezza e tipologia della piste ciclabili e zone30 – lasciando Roma solo al 68° posto, ma questo è comprensibile: a Roma non vengono fatte piste ciclabili perché non abbiamo i climi miti dell’Olanda e della Germania… e poi abbiamo visto i rischi che si corrono se ci si avventura su una pista ciclabile.

Per ciò che concerne le politiche energetiche, sfogliando i dati si ha l’impressione che Roma sia all’avanguardia, anche se è difficile dire quanto (tra numero di pannelli solari e teleriscaldamento) possa dipendere dalle politiche comunali. Un dato però ci riporta alla realtà: la capacità di risposta delle Amministrazioni comunali ci scaraventa al 50° posto, facendo derivare i risultati positivi ottenuti più dalla iniziativa privata che da quella pubblica.

Possiamo tirare delle somme? A vedere questi numeri nel 2006 non stavamo poi tanto male… ma la sensazione personale è che negli ultimi 24 mesi le cose non siano migliorate, anzi.. senza dimenticare che il problema criminalità doveva ancora esplodere in tutta il suo terribile fragore… e solo qualche politicante arrivista e qualche babbeo non ne hanno sentito il boato.

Posted in Città & Ambiente | 1 Comment »

Dal Vaticano a Piazza della Repubblica senza ritorno, Bicycling Roma

Posted by romacogitans su 15 ottobre 2007

Bloggers Unite - Blog Action Day

di RAINER GANAHL

Rome is a city full of bikes (and cars) but without bicycles. During my 16 min bicycle ride, I didn’t come accross a single bicyclist, but many motor bikes and scooters.. (Ladies ride scooters in high heels!! and the men, in suits!). In terms of traffic, this city needs drastic change. I recommend bicycle lanes, bicycle taxis, and a system of bicycle exchange points (see Vienna and other cities) free of charge to make miracles happen again.

Like in all my bicycle videos, I test Rome’s street behavior, going against the traffic without holding the steering wheel. In Rome, I decided to bicycle between two significant points that not only geographically but also historically and institutionally define this city. Topographically, the Vatican and Plazza della Repubblica (i.e.a main square dedicated to Italy’s democracy) are opposite places linked by Rome’s main traffic axis. The beginning of the video coincided with the weekly Wednesday morning masses by the Pope who can be seen and heard at the beginning of this video.

Since I don’t want to be the art world’s stunt man (there is never any payment for my risky driving = one mistake and I ‘m out) nor do I feel suicidal, I only follow the logic of the game – claiming more or less the middle of the streets. The bicycled distance has only 3 short one-way stretches and therefore didn’t expose me for very long to Rome’s crazy drivers ( the city’s motorcyclists and scooter riders !!). For the rest of the 16 minutes on the street, I was sticking mainly to the hardly contended for middle line.

PS: Watch the great classical Roma movie The bicycle thief – Ladri di biciclette.

see: video clip: 5 min excerpt streaming

[da: http://www.ganahl.info/roma.html]

NDRC: Fortuna che il “senza ritorno” del titolo non significa che il nostro Rainer ci ha lasciato le penne… ma non mi avrebbe sorpreso se fosse accaduto…

Posted in Città & Ambiente | 1 Comment »

Tasse & Ambiente

Posted by romacogitans su 5 giugno 2007

Continuo a seminare idee e proposte, che non sono progetti concreti ma spunti da cui partire.

Tasse su esternalità negative

Tasse su tutto ciò che ha esternalità negative, come ad esempio su sigarette, alcool, benzina (che combusta inquina), e quindi ha conseguenze sulla salute, ed economicamente sul sistema sanitario.

Le tasse sui rifiuti

Si apre un conto passivo pro capite all’inizio dell’anno, che lentamente deve essere appianato “vendendo” rifiuti divisi per settore merceologico (carte, vetro, plastica, lattine, organico, ecc.) alle aziende comunali (privatizzate?) di smaltimento. È sistema perfetto per agglomerati urbani dispersi, dove la raccolta casa per casa è più difficile (come Calgary), o piccoli centri.

Posted in Città & Ambiente | 3 Comments »

Demolizione al Parco di Veio

Posted by romacogitans su 11 maggio 2007

Un plauso all’amministrazione comunale per l’abbattimento di 10 edifici abusivi (62 appartamenti), nella speranza che in futuro si utilizzino le forme preventive che le tecnologie satellitari permettono (Gemma spa, che lo fa – o dovrebbe farlo -, è una controllata del Comune), senza arrivare alla spettacolarizzazioni di eventi (con diretta televisiva ed il Sindaco in bella mostra), che in fondo in fondo sono un attestato dell’impotenza (nel senso di mancanza di volontà) delle forze pubbliche nel prevenire la costruzione di queste oscenità… E’ la legge della giungla, come al solito, che si cerca di arginare alla meglio-peggio quando è tardi, mettendo una toppa qui, una toppa là…

Comunque, a parte la sua inveterata sciatteria populistica, bravo Veltroni, ma puoi fare di meglio: fatti fare meno primi piani (lo so, è la sindrome da star, da presidente in pectore del PD) ma lavora di più in cabina di regia 😉

Posted in Città & Ambiente | 2 Comments »

GenerAZIONE CLIMA: il 2 e il 3 dicembre a Roma

Posted by romacogitans su 29 novembre 2006

Il 2 e il 3 dicembre il WWF sarà in tutte le principali piazze italiane con Generazione Clima: un’iniziativa di sensibilizzazione che si propone di fornire ai cittadini informazioni e consigli pratici su come rendere efficiente la propria casa.

il-condominio-che-spreca.JPG

Risparmiare energia è importante, ma sapere che i nostri consumi energetici hanno degli effetti negativi sul pianeta, e soprattutto che anche un piccolo gesto potrebbe fare la differenza, è forse ancora più importante. Generazione Clima nasce proprio per questo. Per farci conoscere tutto quello che si nasconde dietro le quinte del sistema energetico e per creare una nuova generazione di cittadini attivi, consapevoli ed ‘efficienti per natura’.

Tuttavia, com’è semplice fare male, altrettanto semplice può rivelarsi fare bene. Basta mettere in atto una serie di comportamenti (che alla lunga ti faranno anche risparmiare!) e scegliere una nuova energia che rispetti l’ambiente e preservi i sistemi naturali del nostro pianeta che sono alla base non solo della nostra qualità di vita ma soprattutto della nostra sopravvivenza. Generazione Clima si propone di rendere possibile, nel concreto, un tale cambiamento. A partire dal luogo che ci è più vicino: la nostra casa.

L’energia domestica, ossia l’energia utilizzata per il riscaldamento e la corrente elettrica nelle nostre abitazioni, assorbe il 18% del fabbisogno energetico nazionale ed è responsabile del 27% delle emissioni inquinanti. Con alcuni piccoli accorgimenti puoi risparmiare fino al 50% dell’energia domestica che consumi.

Nella zona di Roma si può andare a:

Roma, Centro Commerciale Carrefour Tor Vergata, via L. Schiavonetti, 420/426

Roma, Centro Commerciale Carrefour, Via Bufalotta 548

Roma, Centro Commerciale Carrefour RAFFAELLO, Via Emilio Longoni, 3/7/9

Roma, Centro Commerciale Carrefour ROMANINA, Via Enrico Ferri, 43/A

Bracciano, Piazza IV Novembre Piazza,

Ostia, Centro GIOTTO, Via delle Ebridi

Civitavecchia, Piazza, Corso Centocelle

Albano Laziale, Piazza San Pietro

Cambia mentalità con la Generazione Clima perché, come diceva Albert Einstein – che sicuramente conosceva gli architetti, che prima distruggono le città e poi si arrogano il diritto di risistemarle, ma aggiungendo solo l’orrido al degrado – “i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati”.

Posted in Città & Ambiente | 1 Comment »

Il degrado di Roma è psicologico, sociale, culturale, morale

Posted by romacogitans su 20 novembre 2006

Prima d’essere tangibile ed osservabile, il degrado di Roma è psicologico, sociale, culturale, morale, e si reifica anche nelle cose più semplici, nelle relazioni umane più dirette.

Ad est dell’EUR c’è uno dei tanti quartieri dormitorio sorti negli anni 70, Fonte Meravigliosa, assurto alle cronache grazie a qualche coraggioso giornale in piena “emergenza” Giubileo (da 2000 anni si sapeva che sarebbe arrivato, altro che emergenza…) per l’avvenuta costruzione a ritmi coreani (14 ore al giorno) ed in zona vincolata dell’enorme hotel ArAn, una delle tante nefandezze fatte con le connivenze di Rutelli. La struttura nacque sotto le mentite spoglie di pensionato, per poi essere prontamente convertita dalla società edile in hotel a 4 stelle… ovviamente la società costruttrice della palazzinara Armellini Angela, della famigerata famiglia di speculatori edilizi romani, ha sede a Lussemburgo.

Malgrado questa ferita inferta al suo territorio, Fonte Meravigliosa rimane fedele al suo appellativo ed è zona di relativo prestigio, e forse per questo è da sempre abitata in buona parte da quella borghesia che negli anni ottanta era chiamata medio-alta, ma normalmente era ed è etichettata come “ripulita”, in quanto formata da persone sempre attente a ostentare non ricchezza, che non c’è, ma benessere. Per quanto ridicolo questo possa sembrare, uno dei mezzi per perseguire lo scopo dell’apparenza a tutti costi anche agli occhi degli altri condòmini, è fare ed imporre un utilizzo smodatamente folle (oltre che illegalmente elevato) del riscaldamento centralizzato, con temperature negli appartamenti che arrivano ai 25 gradi, mantenendo l’impianto in funzione anche quando il clima esterno arriva a 20 gradi (a novembre e ad aprile è un classico…).

Risulta evidente che la stupidità e l’arroganza di questi condòmini imbecilli che pretendono di girare in mutande per casa anche a gennaio può essere solo il frutto di una sottocultura urbana, orgiastica commistione tra ignoranza, egoismo e “piccineria”. Presentando il problema in assemblea condominiale, non solo per l’invivibilità degli ambienti, ma anche impostandolo nella prospettiva d’inutile spreco, sia economico sia per l’inquinamento ambientale, si corre solo il rischio di farsi etichettare come rompiscatole e attaccati-ai-soldi.

Il degrado di Roma comincia da costoro, gentucola che non riesce a vedere oltre il proprio misero tornaconto e la futile importanza di apparire benestanti, anche se è l’ambiente che ci rimette… mentre poi per sopravvivere in casa bisogna tenere porte e finestre spalancate anche in inverno, umiliando l’ambientalismo dei pochi davanti alla democratica maggioranza dei bifolchi… Capisco che si tratta di miserrime piccolezze, ma è dai particolari che si vede a che grado di inciviltà si è giunti a Roma, inciviltà in primis dei “romani” e non dei soliti “extracomunitari”. Non si è più di fronte allo “Homo homini lupus” dei nostri padri latini che lottavano per la sopravvivenza: qui siamo al degrado tanto per diletto!

Come poter far prevalere la legalità ed il buon senso quando c’è connivenza e lassismo anche nei casi più infimi? Al Qaeda e Bossi – per diverse motivazioni – concordano nel bombardamento della Capitale, ma i romani che atteggiamento e comportamento devono assumere per dimostrare che ci sono altre soluzioni? DIMOSTRARE, con buoni esempi.

Posted in Città & Ambiente | 1 Comment »