RomaCogitans

Un serbatoio di idee per chi ha a cuore le sorti di Roma

Grazie Roma!

Posted by romacogitans su 28 aprile 2008

Dimmi cos’è
che ci fa sentire amici anche se
non ci conosciamo
Dimmi cos’è
che ci fa sentire uniti
anche se siamo lontani
Dimmi cos’è, cos’è
che è forte, forte, forte
forte in fondo al cuore
Che ci toglie il respiro
Che ci parla d’amore
Grazie Roma
che ci fai piangere e abbracciarci ancora
Grazie Roma
Grazie Roma
che ci fai vivere e sentire ancora
una persona nuova
Dimmi cos’è, cos’è
quella stella grande
grande in fondo al cielo
che brilla dentro di te
e grida forte, forte dal tuo cuore
Grazie Roma
che ci fai piangere e abbracciarci ancora
Grazie Roma
Grazie Roma
che ci fai vivere e sentire ancora
una persona nuova
Dimmi cos’è
che me fa sentì importante
anche se nun conto niente
Che me fa re
quando sento le campane
la domenica mattina
Dimmi chi è, chi è
che me fa campà ‘sta vita
così piena di problemi
E che me dà coraggio
se tu nun me voi bene
Grazie Roma
che ci fai piangere e abbracciarci ancora
Grazie Roma
Grazie Roma
che ci fai vivere e sentire ancora
una persona nuova
una persona nuova

RUTELLI VAFFANCULO!!!!!

24 Risposte to “Grazie Roma!”

  1. barney said

    ….GLI APERITIVI SONO DIVENTATI DUE….ADESSO C’E’ UN BUON MOTIVO PER BRINDARE

  2. barney said

    …..risalgono in disordine e senza speranza le valli, che avevano disceso con orgogliosa sicurezza……

  3. RondoneR said

    e’ il delirio… che bello… speriamo davvero cambi qualcosa!

  4. superbisco said

    vabbè, si può capire in un giorno anomalo come questo un’uscita così😀

  5. Grande Fabriziooooo
    Sono euforica .. sono a 1000000000000000000
    I Romani hanno capito, VIVA i ROMANI !!!!
    Ciao. Laura

  6. Albert1 said

    RC: adesso si. Quel vaffanculo, detto da te e detto così ne vale un milione. Grazie anche a Te !

  7. Stefano said

    Auahuahauhuhauhuah😀 mi associo anche io
    Grazie Roma ^_^

  8. Albert1 said

    Però, mannaggia, Romacò: Totti tifava per Rutelli… Ce sarà rimasto male ?😀

  9. bluantinoo said

    ragazzi, per quanto si possa essere contenti che cicciobello se la sia presa in saccoccia reputo eccessiva questa gioia. Non è che siamo in chissà quali mani di fata…

  10. Oggi è Natale e Pasqua per me (nascita, morte e resurrezione).

    Sono l’uomo più felice del mondo! Sono ancor più orgoglioso di essere romano per l’intelligenza dimostrata dai miei concittadini, che non si sono lasciati abbindolare ancora.

    Alemanno è ben lontano dal poter rappresentare i miei ideali, ma spazzare via Rutelli era NECESSARIO.

    Non so quanto possa io aver contribuito alla sua disfatta: il mio dovere di romano era ricordare ai miei concittadini ciò che veramente accadde a Roma (di buono ed importante veramente poco) durante l’amministrazione Rutelli.

    E poi basta con la storia che sono i cittadini a non capire il messaggio dei politici: la sinistra ha perso perché è distante milioni di chilometri dalla società (e dal pianeta terra), ed i suoi dirigenti devono rendersene conto. E SPARIRE PER SEMPRE dal panorama politico!

  11. bluantinoo said

    Non è per guastarvi la festa, ma le avete viste le immagini del campidoglio?
    guardatevele e cogitate

    io un po’ sono preoccupato

  12. E basta co’ ‘sta storia! Nessuno nega che in questa città ci siano degli imbecilli, ma a ritirare fuori scheletri e fantasmi non si va da nessuna parte! Oppure bisogna indignarci perché non c’è nessuno che canta “bandiera rossa” o “bella ciao”?

    Ci sono pure le bandiere italiane e non quelle del vaticano… Chissà cosa dirà Ruini, che il suo amato Cicciobello non ha vinto, malgrado preti e suore a Roma abbiano votato tutti per lui (e questo lo chiamano un Paese libero)…

    Gli estremismi fanatici, immorali ed ideologici sono tutti da rigettare: i morti nei lager valgono i morti delle foibe, perché tutti innocenti sterminati dalla follia, dall’odio… Quando decideremo di imparare dalla storia per crescere come Paese, piuttosto che continuare a camminare guardandosi dietro? Rutelli dimostra che così facendo si sbatte la faccia🙂

  13. RondoneR said

    Quanto hai ragione Fabrizio.

    Chissà perché se sventolano le bandiere rosse (o quel povero Cristo di Che Guevara, magari poi perfino sul drappo pacifista!?!?!?) invece dovevamo essere fieri e sereni.

    Anzi tutto sommato la mia unica paura è proprio inversa. Spero che non rinascano le BR, tira un ariaccia da quelle parti.

    E comunque noi saremo i primi a sindacare sul nuovo Sindaco. Ma lasciateci almeno gioire per aver finalmente spezzato questa egemonia su Roma. Porcaccia miseria.

    Hai detto bene RC, se il 21 aprile è il Natale.

    Ieri la ricorderemo come la Pasqua di Roma.

    Comincerò così il mio post.

    ps. l’unico soro che ci piace, è quello con la “s” finale…

  14. RondoneR said

    ops scusa per i soliti errori di proto. vado di fretta.🙂

  15. Albert1 said

    Sono l’eredità di Alemanno, toccherà a lui tenerli a bada, e non credo dovrà fare molta fatica.
    D’altra parte, sono frangette (pseudo)estremiste, il fatto che portino simboli che non piacciono ai più (senza peraltro nemmeno sapere cosa significhino) è solo un fenomeno di costume. Se dovessi fare le stesse osservazioni quando ad un qualsiasi evento di massa (cortei per la PACE, marce per il TIBET, concerti del 1 maggio e via così) vedo ancora bandiere con quel ca**o di ritratto del Che o con falce e martello, staremmo freschi.

    In fondo, se uno non fa il “saluto romano” a Roma, dove lo dovrebbe fare ? A Cuba ?

    Se è per questo, (mò mi allargo) non mi dispiacerebbe rivedere qualche fascio littorio in giro, uno dei simboli più immediati e pregni di significato che la storia umana possa ricordare. Che possa rievocare pensieri funesti lo comprendo, ma la storia che porta dentro va ben oltre il ventennio, diciamo tipo un paio di migliaia di anni oltre ? Se mai potremo dimostrare di valere un’unghia dei nostri Avi, l’occasione è ora.

  16. bluantinoo said

    state fraintendendo.
    non dico che bisogna cantare bella ciao al posto di faccetta nera. Sono anzi convinto come voi che sarebbe ora di guardare avanti e cercare soluzioni pragmatiche per problemi pratici e reali che NULLA hanno a che fare con miopi dietrologie e autoreferenziali ideologie.

    Eppure non riesco ad essere sereno quando vedo i ratti idrofobi uscire dalle fogne e alzare simboli fascisti al cielo perchè il loro capo è ora il capo di tutti.
    Non riesco ad essere sereno quando so per certo che nessuno li condannerà per apologia al fascismo, che in italia è un REATO SEMPRE IMPUNITO.

    E quindi mi chiedo perchè tutti quelli che vorrebbero vedere in galera chi parcheggia in doppia fila non scrivono un solo verbo contro una cosa che oltre che illegale è decisamente pericolosa.

  17. bluantinoo, hai perfettamente ragione e condivido il fatto che l’apologia di fascismo è un reato che andrebbe punito, però Alemanno non è l capo di Forza Nuova e pur dichiarando di rifarsi alla Destra Sociale s’è allontanato pure da Storace.

    Sono anche perfettamente d’accordo quando dici che parcheggiare in doppia fila sia “una cosa che oltre che illegale è decisamente pericolosa”.😛

  18. RondoneR said

    Ma quel reato è davvero idiota. Mi sembra molto più grottesco che in Italia abbiamo al Parlamento le nipote del Duce. Fiera di esserlo. E chi si offre pure per un ministero… Rendiamoci conto. Altro che apologie, questa è pura demenza.

    Come se in Germania ci fosse, che so, Alexander Hitler che se ne va in giro a far comizi…

    Del resto abbiamo un Presidente della Repubblica che riconosce sereno di aver benedetto la Primavera di Praga…

  19. GioiaNera said

    Grazie Roma, che ci fai piangere. Punto.

  20. Che le tue copiose lacrime da “pasionaria” spazzino via tutta la nomenclatura della sinistra, quell’antistorico sventolio di falci e martelli come anche quel PD che a mio parere è solo un carrozzone fatto di vecchie segreterie di partito ammuffite quali la DC e il PCI, e che conservano in tutto quella cultura.

    Sospendo il giudizio su L’Arcobaleno perché non mi spreco a parlare di Dilibero, Pecoraro-Scanio o Giordano, troppo ridicoli (e se ne è accorta l’Italia intera), però sul PD ritengo che ciò di cui abbiamo bisogno in Italia è un partito socialdemocratico di stampo europeo, che sia riformista e liberale (e liberista), ed il PD è tutto tranne che questo.

    Ma vi rendete conto che in Italia non ci sono partiti socialdemocratici né liberisti? Il Partito Democratico in USA è entrambe le cose, come lo sono i Tories in Inghilterra, o i socialisti in Spagna, o i partiti della sinistra in Scandinavia.

    Noi no: “Italy is different”, ed abbiamo conservatori a destra (teo-con e neo-con) e a sinistra (teo-con e statalisti): l’accordo per dare 300 dei nostri milioni di euro ad Alitalia sta lì a sottolinearlo, non vi pare? Mi direte che si tratta solo di un prestito (l’ennesimo), ma tanto Alitalia fallirà, e i soldi indietro non li rivedremo MAI.

    Per la questione Roma: bisognava rischiare per non incancrenirsi nel declino, nell’eterno ripetersi dell’inutile e del dannoso solo perché si ha paura del nuovo. E dei fantasmi del passato.

  21. GioiaNera said

    intanto, non se n’è “accorta l’Italia intera” che la sinistra è ridicola (e dico la sinistra tutta), ma poco più della metà d’italia. Il resto della risposta non l’ho neanche letto, mi sa di solito blah blah blah. tanto non farà niente nemmeno questo governo🙂

  22. Hai fatto bene a fermarti, perché neanche hai capito quel poco che hai letto😛

  23. GioiaNera said

    macchè, ho leggiucchiato con indifferenza la classica risposta pre-confezionata di chi si atteggia a intellettuale e le pensa di notte per far vedere che è “informato”🙂
    era palese questo, visto il citare millemila cose non richieste e forzatamente collegate.
    saluti

  24. superbisco said

    “Ma vi rendete conto che in Italia non ci sono partiti socialdemocratici né liberisti?”

    Sacrosante parole! (e maledetti socialisti-craxisti che ne infangano il nome!)

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: