RomaCogitans

Un serbatoio di idee per chi ha a cuore le sorti di Roma

Ho scoperto d’essere vicino alla sinistra…

Posted by romacogitans su 3 aprile 2008

… anche se mi fa sorridere vedere che secondo questo test non sono distante da arcobaleno e “falci e martelli”… secondo me, però, sono più semplicemente distante da questa destra, che non ha nulla di liberale, né di quel liberismo di stampo scocialdemocratico che è patrimonio dei Paesi europei…

Facendo questo giochetto ho però scoperto l’esistenza di un partito, Per il Bene Comune, del quale non avevo sentito parlare… alla faccia della pluralità di informazione… Visto che bisogna andare a votare per i meno peggio, mi sa che darò a loro il mio voto, chissà… Per il momento mi limito a far loro pubblicità (anche se dissento fortemente su alcune cose quali la riduzione dei costi sul lavoro straordinario), un po’ per solidarietà verso i “piccoli e negletti”, un po’ per fare il bastian contrario, ed un po’ per prendere bonariamente in giro i miei ex colleghi della Rete che stanno correndo per i Municipi romani🙂

18 Risposte to “Ho scoperto d’essere vicino alla sinistra…”

  1. RondoneR said

    RC anche io ho fatto quei giochini, e guarda caso esco sempre pieddino doc, o nel migliore dei casi (m)arcobaleno.

    Se ti faccio 20 domande come dico, scopri di essere Santo-anche tu.

    Fammi il piacere.

  2. Flavio said

    RondoneR davvero sei Pieddino? Guarda che ti tolgo da SPQR eh!
    (Scherzo naturalmente)

  3. superbisco said

    Ieri sera ho visto gli interventi di NoEuro e Per il Bene Comune a Conferenza Stampa sulla Rai.
    Entrambi interessanti nei contenuti dei programmi, anche se il tizio di NoEuro era alquanto arrogante (ma Berlusca insegna…). Fino a ieri pensavo di votare IDV, ma probabilmente opterò sul PBC per fargli raggiungere il 4% in parlamento.

    Saranno all’opposizione, ok, ma chi l’ha detto che devi votare per il carro dell’ipotetico vincitore? Loro mi rappresenteranno (spero) per i prossimi anni e porteranno avanti leggi che condivido. E voteranno contro altre illegittime dal mio punto di vista. Questa è democrazia. Non fare un finto duopolio!

  4. superbisco said

    @Rondone: http://biscoteca.wordpress.com/2008/03/27/sei-sicuro-di-votare-coloro-che-ti-rappresentano/

  5. RondoneR said

    se ci fosse un test fatto come si deve, emergerebbe che io sono equidistante (quello di repubblica infatti mi sposta un po’ più al centro).

    il poblema è che non bastano domande con alternative d’opinione, io so chi poi dovrebbe promettere cosa.

    perciò io mi posiziono FUORI da certe logiche.

    c’è un giochino per vedere quanto sei lontano dalla politica attuale?

  6. RondoneR,

    ma è un gioco… prendilo come tale… purtroppo è basato sulle promesse dei candidati, non su quello che noi pensiamo, quindi non potrà mai capire quali sono i tuoi intimi convincimenti, ma solo testare il tuo orientamento in base al ciarpame che ci vogliono svendere nelle varie promesse…

    Sarebbe carino preparare un test simile in base alle nostre idee, ovvero di noi 4-5 bloggers che interagiamo tra noi e con Roma, oppure un altro con domande “assurde”, tipo: dove vorreste il Vaticano:

    1) in Francia
    2) in Iran
    3) nel presepe, così il 6 gennaio lo smonto e lo porto in cantina
    🙂

  7. superbisco said

    Come ho scritto anche nell’altro commento, il mio riferimento era per evidenziare che il test/gioco “scopre” anche gente non di sinistra (o quello che è), come la mia ragazza, la sorella e il padre (tutta la famigghia!!).

    carina la battuta😀

  8. Daniele said

    L’ho fatto anche io, sto lontano da tutti quanti… che significa?🙂

  9. Leo said

    In Francia, no, ca22o, proprio lì lo vorresti mettere???🙂

  10. @ Daniele: significa che sei un eretico, e per questo verrai bruciato

    @ Leo: speravo rientrasse nel pacchetto Alitalia

  11. Ho appena letto la biografia di Fernando Rossi su Wiki… quasi raccapricciante… ritiro le mie intenzioni di voto per il suo partito…

  12. Albert1 said

    Per RC al #11: nulla di nuovo, inutile affannarsi. Cerca che ti ricerca non troverai nessuno di veramente “fresco”. Ultimamente un amico mi ha dato del nichilista, forse è vero.
    Ma il sistema è questo, nessuno si darà tanto da fare per cambiarlo dato che alla fine è ciò cui siamo abituati, con cui conviviamo da decenni (se non da secoli). Come ho già avuto modo di dire, anche i vari “Grilli”, organizzati sotto l’egida di un presunto rinnovamento del sistema, fomentati da frizzi e lazzi lanciati ad arte non stanno facendo altro che correre per una di quelle “poltrone” che nel pensiero originale avrebbero voluto bruciare. Sarà interessante vedere cosa ci faranno una volta conquistato il loro scranno. Adesso suonerò impopolare, probabilmente qualcuno mi odierà (ma non dico niente di nuovo per chi mi conosce appena un po’): c’è da rendersi conto che oggi come oggi l’unico vero “voto di protesta” (a parte il “non voto” che personalmente non considero), è (rullo di tamburi…) per il PdL !
    Vogliamo l’antipolitica ? Cosa c’è di meno politico di un Berlusconi ? Pensateci un attimo solo, togliendo di mezzo antipatie e pregiudizi, su cosa si è basato il successo di Forza Italia negli anni passati ? Dove era la differenza con gli allora PCI DC PSI PSDI PLI PRI… ?
    Rilancio qui una domanda che ho già fatto su “DegradoDiRoma” e che è caduta miseramente nel nulla, a parte una unica risposta sensata: In definitiva, Berlusconi, a voi come singoli individui e cittadini italiani, cosa ha fatto di male ? Ogni volta che faccio questa domanda mi sento rispondere “Si è fatto gli affari suoi”, “Si è fatto le leggi ad personam”, “Ha favorito gli amici”, “Ha depenalizzato il falso in bilancio”.
    OK. Chiaro. Il “manuale della propaganda di partito” è pieno di queste risposte pronte, qualsiasi militante antiberlusconiano è stato istruito a dovere e le manda a memoria da anni, ma a parte il fatto che non esiste 1 uomo politico 1 che non abbia fatto questo genere di cose una volta avutane la possibilità, nessuna di queste risposte soddisfa la domanda iniziale, cioè:

    “Tu, Tizio (nome e cognome), quale individuo ed entità distinta, con una tua vita unica e personale, una tua famiglia, una tua intelligenza definita, un tuo preciso ambito, quale o quali danni hai subito direttamente riconducibili a Silvio Berlusconi e al suo governo” ?

    E poi anticipo la controdomanda. A chi mi chiede per esempio cosa mi ha fatto un Prodi (ed i suoi governi) rispondo: ha fatto sì che mi togliessero la casa che avevo diritto di acquistare, casa che ora finirà in mano a (guarda guarda) un uomo del suo entourage, ha dato il via ad una procedura grazie alla quale una banca (di cui non farò il nome – Unicredit, maledetti possano sprofondare loro e chi fa loro da testimonial) a momenti riusciva a mandarmi per stracci (e ancora non è detto che sia finita). Tutto questo perchè il sistema statalista (e cattocomunista aggiungo io) non può accettare il fatto che una persona possa decidere di vivere “del suo”, mettendo a frutto le sue capacità e senza rapportarsi in qualche modo ai cosiddetti “santi in paradiso”.

    Se pensate che avevo un invidiabile “posto fisso” in un’amministrazione dello Stato e che lo ho scientemente mollato ormai 13 anni or sono, vi fate facilmente un’idea del mio pensiero.

    Inoltre, sempre sul personale, una sinistra (o presunta tale) che non è riuscita a darmi modo di “ufficializzare” un’unione di fatto prendendomi per il posteriore con pacs, dico, cus, tric e trac e bombe a mano, non è credibile. Alla faccia del nuovo e del progressismo. Unica cosa che rimprovero (a proposito di quest’ultimo paragrafo) a Berlusconi è l’occhiolino ai preti, che considero un’incoerenza. Ma tant’è…

  13. Albert1, sono allibito… senza parole… neanche Hitler o Pol Pot a me hanno fatto nulla di male, ma questo può impedirmi di giudicare?

    Prima di risponderti devo riprendermi, però ti invito a leggere qui, e ad ascoltare il relativo audio di youtube:

    http://siciliabedda.megablog.it/item/la-telefonata-tra-berlusconi-e-dell-utri-sulla-bomba-di-mangano

    “cosuccia” che inquadra bene il tipino in questione…

    Albert1, ho una ENORME lista di cose che sto preparando sul capomafia del Popolo dell’Illegalità… saprò accontentarti quanto prima, abbi pazienza…

  14. Albert1 said

    RC… il mio è un “sunto”, ne potremmo parlare per giorni, ovvio che letta così lascia perplessi… Tranquillo, non sono impazzito. La telefonata la conoscevo, credo che se qualcuno prendesse alcune mie conversazioni ci farei una figura peggiore, ma giuro che non sono un mafioso (e nemmeno un malvivente in generale, anzi😉 ).

    Sia chiaro, Berlusconi NON è il mio idolo (non ho idoli). Purtroppo la mia è una posizione che non lascia e non può lasciare spazio alle cosiddette “sinistre”. Quando cominci a guardare la cosa in questo spirito, non puoi non analizzare tutto quello che accade e tutto quello che viene detto e fatto: ti assicuro che l’antiberlusconismo analizzato riserva delle sorprese.

    Ho fiducia in te e nel tuo dossier che attendo con impazienza, non per confutarlo o discuterlo (sono sicuro che tratterà argomenti inconfutabili, quindi chi me lo fa fà ?), ma per avere altro “carburante” per le mie infinite analisi. Poi me lamento che non dormo…

  15. Leo said

    @ Albert1: questa volta l’hai sparata un po’ grossa… non ti pare?

    Non certo perché dichiari di “pendere” più da una parte che dall’altra, cosa assolutamente ragionevole, ma semplicemente perché non puoi trovare una giustificazione del “meno peggio” solo per presunta assenza di torti “ad personam” da parte del signor B. (quand’anche fosse vero…).

    Si può anche concordare sul fatto che una certa parte dell’informazione e dell’opinione pubblica spari a zero su B. anche senza basi concrete, ma il comportamento di B. e dei suoi uomini fidati causa molti più danni con provvedimenti “ad personam”, piuttosto che con assenza di torti dello stesso tipo.
    Un esempio assolutamente da non trascurare sono state le leggi in materia di riduzione e modifica delle pene per reati fiscali (falso in bilancio), che l’opinione pubblica di cui ti parlavo prima chiama depenalizzazione (che non è tale, ma purtroppo ci si avvicina).

    In ogni caso comprendo invece il tuo sfogo personale verso altre “parti”, che sanno solo discutere a vanvera per mesi, prendendo per i fondelli quel poco di popolo non coglione che è rimasto…
    Ma non ti aspettare certo un dico (chiamato appunto “dicevo”, visto il risultato…) da chi comincia invece a parlare di modificare la 194… ma è un’altra storia…..

  16. Albert1 said

    Leo: apprezzo il modo ed i contenuti, ma solo per brevità (non certo con sufficienza) ti rimando integralmente al #14 per la risposta. In più ti chiedo se vuoi di approfondire il discorso “reati fiscali” e vedere se arrivi (come ci sono arrivato io) a concludere che forse la legge è meglio così com’è. Posto che lascia invariato il trattamento detentivo per chi tramite false attestazioni contabili danneggia il pubblico (vedi crac vari e bancarotte fraudolente), è molto più efficace (per i casi specificati) trasformare la galera (che tanto non la fa nessuno) in maximulta (che comunque devi pagare): gli avidi si combattono togliendo loro i soldi, non con lo spauracchio di un carcere che non vedranno mai…

  17. Berlusconi vale un Provenzano… sapete quanta poca stima abbia per Veltroni e Rutelli (quest’ultimo mi fa proprio schifo), ma se fossi costretto a scegliere tra uno dei due della pseudo-sinistra ed il capomafia di Arcore sceglierei quello che ha la fedina penale meno sporca, e Berlusca va in fondo alla classifica della legalità…

    Per fortuna non mi devo trovare in questa squallida situazione…

    Albert1, posso capire tutti, pure Casini, Fini e Storace, se vuoi, oppure un cardinale (Bertone? Ruini?) o Ferrara ma Berluska proprio no… in qualsiasi Paese civile starebbe a marcire in galera… qui in sud-America (l’Italia non è Europa, ma è un miscuglio del peggio tra sud America e Africa sub sahariana) è stimato e venerato… Peggio di lui mi viene in mente Brusca (strana assonanza tra Brusca e Berlusca, no?), ma solo perché ha sciolto un bambino nell’acido…

  18. Leo said

    @Albert1: ok

    Sui reati fiscali ne riparleremo, magari in altra circostanza, perché anch’io manco di tempo…
    Ma quanto ho avuto modo di leggere al riguardo fa veramente paura. Ti segnalero’ materia per le tue analisi…
    ciao

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: