RomaCogitans

Un serbatoio di idee per chi ha a cuore le sorti di Roma

Vaticano versus Cristianesimo

Posted by romacogitans su 22 marzo 2008

Molto scalpore ha suscitato in questi giorni la rivolta in Tibet, come anche il lungo silenzio dello Stato Vaticano, dove il suo re Joseph Ratzinger ha lungamente atteso prima di condannare la strage perpetrata da Pechino. La cosa non può non far sobbalzare sulla sedia un credente in Dio e negli insegnamenti di Cristo, ma lascia più sereni se ci si sofferma sul fatto che lo Stato Vaticano è uno Stato, teocratico ed ispirato ad una forma degenerata del cristianesimo quanto si vuole, ma rimane uno Stato, con interessi economici, politici e soprattutto estremamente attivo nel radicarsi in altri Stati con locali strutture di proselitismo, per strategie di conversione e quindi – appena il numero dei convertiti lo consenta – anche controllo delle politiche del Paese virtualmente occupato. Perché Re Benedetto XVI avrebbe dovuto lanciarsi contro uno Stato come la Cina, con cui le relazioni sono in netto miglioramento, ancor più per mettersi dalla parte dei buddisti, un concorrente nella corsa alle conversioni e per di più seguaci di una pseudo-religione atea?

Per rimanere al caso italiano la propaganda da tritacarne cerebrale gioca sulla sovrapposizione e confusione tra la religione cattolica e lo Stato Vaticano, che vengono sintetizzati con l’ambigua espressione “la Chiesa”. L’intelligente alchimia permette allo Stato Vaticano di mascherare la propria aggressiva politica estera di lupo famelico con l’aura dell’agnello “che toglie i peccati del mondo”. La precisazione è opportuna perché oggi si attacca (giustamente) la Cina e per motivazioni opposte si accusano i Paesi teocratici quali l’Iran, ma a memoria mia l’unico Stato confessionale che sia intervenuto nelle questioni interne di un altro Stato per appoggiare una dittatura ed accrescersi sotto l’ala protettrice dei Paesi fascisti è il Vaticano, che solo per questo meriterebbe di essere bombardato come e più di Iraq e Afghanistan assieme.

Invertendo la prospettiva sulla voluta confusione tra Stato e religione, vero potere di “distruzione mentale di massa” per fini che di nobile non hanno nulla, una delle cose che più mi fa sorridere (ma anche imbestialire… e mi scoraggia incredibilmente, perché mi fa capire quanto dovremo evolverci per arrivare al livello delle scimmie) è che tutti noi italiani dobbiamo accettare il crisma della infallibilità del Papa… Cioè, semplicemente perché abbiamo sul nostro territorio questo tumore che ci corrode chiamato Vaticano cui poche decine di sciocchi credono ciecamente, allora tutti dobbiamo assumere un atteggiamento simile agli antichi egizi (di “solo” 3000 anni fa), con l’aggravante che il re da venerare come un dio non è neanche il nostro, ma quello di uno Stato confinante… Un detto romanesco (al massimo del XIX secolo) recita “a Roma se fa la fede e fora ce se crede”… ma perché invece ora siamo regrediti in pieno medioevo? Sul gradimento delle esternazione del Vaticano circa la politica italiana io ho a priori una endemica avversione, come quando sono gli americani a dirci ciò che dobbiamo fare… ma se pensassero ai cazzi loro? Io mica vado a vendere preservativi ai preti e la pillola alle suore (anche se diventerei milionario)!

Personalmente faccio molta fatica a rintracciare la benché minima cristianità nei cattolici. Un cattolico a mio giudizio è più un suddito virtuale del Vaticano che un cristiano, semplicemente perché in buona parte dei suoi comportamenti disconosce gli insegnamenti del Vangelo, ma accetta come parola di dio ciò che viene detto dalla gerarchia ecclesiastica e dal Papa… non mi risulta che ci sia nessuna religione al mondo che abbia una così bassa considerazione dei suoi fedeli da reputarli incapaci di intendere le scritture sacre, e che necessiti la mano soggiogante del Vaticano ad imporre i suoi desiderata.

Chiacchiere? Alla fine del Vangelo apocrifo di Tommaso è riportato che i discepoli chiesero a Cristo: “Quando verrà il regno?” ed egli rispose negando l’esistenza del Paradiso: “Non verrà cercandolo. Non si dirà ‘Guarda, è qui!’, oppure ‘Guarda, è lì!’ Piuttosto, il regno del Padre è sulla terra, e nessuno lo vede”. Chissà perché il Vaticano non ha mai accettato questo Vangelo… se gli togliamo la esistenza della vita ultraterrena, che cosa ci venderebbero per tenerci buoni?

È proprio la natura umana che viene calpestata dal Vaticano, la stessa che nel Vangelo e nelle parole di Gesù di Nazareth viene invece colmata della dignità che le compete… onestamente mi domando cosa i cattolici ci trovino di cristiano negli atteggiamenti e comportamenti propri e del loro Re despota, cosa ci trovino di coerente tra gli insegnamenti di Cristo, tra i più nobili che la storia dell’uomo ricordi, e la mafiosa gerarchia di preti mangia-a-tradimento che invece loro venerano.

Sono sicuro che se Cristo riscendesse oggi sulla terra entrerebbe in Vaticano coi carri armati…

7 Risposte to “Vaticano versus Cristianesimo”

  1. RondoneR said

    lo dico sempre io.. Il Vaticano è la Tomba della Fede in Cristo.

    Buona Resurrezione allora RC🙂

  2. Anonimo said

    …magistrale, RC…😉

  3. Andrea Rossi said

    E te pareva che il cetriolo non andava nel sedere dell’ortolano ?

    Come al solito per chi odia la religione ed in particolare il cristianesimo ogni occasione e’ buona per attaccare chi rappresenta maggiormente i cristiani ovvero la chiesa cattolica.

    I comunisti cinesi reprimono le liberta’ religiose ? Si ma la colpa e’ del vaticano ! Incredibile ma vero…

    Ogni cosa e’ buona per attaccare il vaticano, e’ una specie di ossessione, come cani di pavlovo certa gente non ha altro scopo della vita che attaccare a testa bassa il vaticano.

    In questi giorni si sta commemorando Suor Laura Mainetti uccisa vilmente da 3 ragazze, Suor Laura pregava mentre veniva barbaramente uccisa, anche lei faceva parte del vaticano cosi’ come Mons. Romero che circa trent’anni fa veniva ucciso mentre celebrava la messa.

    In questi giorni in Iraq si sta dando la caccia ai cristiani, qualche giorno fa il vescovo di Mosul e’ stato ucciso, dov’e’ la solidarieta’ dei laicisti occidentali ?

    In Cina la Chiesa cattolica ha sempre vissuto tra enormi difficolta’, il Papa non puo’ fare l’eroe sulla pelle di altri che in Cina rischiano ogni giorno la vita, PER CHI NON LO SAPESSE IN CINA I CATTOLICI SONO PERSEGUITATI E RISCHIANO LA VITA ANCH’ESSI E’ PER QUESTO CHE IL PAPA E’ STATO PRUDENTE.

    Ma la domanda e’ dove sono questi ipocriti difensori della liberta’ religiosa quando ogni giorno ci sono migliaia di cattolici missionari e non che rischiano la vita in Iraq, in Cina, in Corea del Nord, in Africa ed in tanti altri paesi del mondo ?

    La realta’ e’ solo una , la sinistra estrema comunista odia le religioni, e’ nel suo dna marxista la radice di quest’odio, per cui si attaccano le religioni duramente sempre e dovunque, la solidarieta’ dei comunisti italiani ai tibetani e’ del tutto strumentale poiche’ inutile, quando attaccare le religioni e’ utile i comunisti non si tirano indietro, qui in Italia ad esempio si vuole imbavagliare la Chiesa quando questa dice cose sgradite al governo.

    Si vorrebbe addirittura ordinare al Papa quando, dove e come parlare.

    Molto meglio obbedire al Papa che non a Prodi, Bertinotti, Giordano, Pannella e Luxuria portatori del nulla, capisco che a molta gente non vada bene che ci siano persone che obbediscono a politici ed intellettuali organici alla sinistra ma siccome stiamo in democrazia bisogna rassegnarsi ad ascoltare le voci sgradite ai governanti di turno e bisogna rassegnarsi anche a che ci sia gente che non da retta a un anticlericalismo ottocentesco livoroso e rabbioso.

  4. Andrea Rossi said

    …Continua

    Ma cosa dice la chiesa cattolica oggi di tanto sbagliato ?

    Sono curioso.

    Io ogni tanto vado a messa ed ogni volta ascolto parole di pace, si dice di non uccidere, di non rubare, di onorare il padre e la madre, capisco che siano parole che diano fastidio in una societa’ di merda come quella attuale, ma voi che scrivete qui mi sembrate persone civili, perche’ allora quest’odio ? Avete subito qualcosa da qualche religioso ? Se fosse cosi’ vi capirei altrimenti vi invito con tutto il cuore ad andare a messa, ascolterete parole di pace che vi farebbero bene.

    Certo e’ del tutto ovvio che anche nella chiesa cattolica ci siano peccatori e quindi ladri e pedofili, ci sono ovunque e come si sa spesso i truffatori si mettono in giacca e cravatta, cio’ non cambia di una virgola l’etica cristiana che io trovo profondamente umana e giusta.

  5. @ Andrea:

    non hai letto il mio articolo, vero? Per lo meno, non vedo quasi nessuna frase del tuo commento che sia vagamente inerente al contesto… Ti chiedo gentilmente di (ri)leggerlo.

  6. Leo said

    @ Andrea

    …sembra chiaro anche ad un cieco (che ovviamente non poteva leggere il post ed i suoi commenti) che non solo non hai letto [con attenzione] quanto scritto da RC, ma che pensi di poter continuare a indicare un “modello” da seguire, senza renderti conto che se c’è qualcuno che si comporta come il “cane di Pavlov” sei proprio tu (ti chiedo scusa se, scrivendolo correttamente, ti faccio indirettamente notare che hai sbagliato).

    Appena annusi qualcosa che non si allinea con i soliti 4 precetti diluiti di buonismo che senti recitare come una filastrocca a messa la domenica, salti su come un crociato e ti chiedi, come rappresentante martire su questo blog, che cosa mai hanno fatto a “noi” che tanto ci “accaniamo” contro il cristianesimo.

    Ascolta bene:
    “qui” non si tratta di prendersela con te, con il cristianesimo o con chi, IN TUTTA SINCERITA’, diffonde e crede veramente in valori positivi, che possono essere quelli della vita, della pace, del rispetto reciproco….

    “Qui” siamo molto incazzati, ma proprio tanto, con chi ha deciso SCIENTEMENTE di spegnere il cervello e di cominciare a credere nelle filastrocche.

    Sì, parlo proprio delle filastrocche che si raccontano ai bambini la sera prima di andare a dormire, del tipo: in Vaticano ci sono tante brave persone, che, mai mosse da nessun interesse di denaro, potere, sesso (sì, anche quello), vanno in giro per il mondo a dire che bisogna fare i bravi e che ai cattivi bisogna tirare le orecchie.

    Anche tu, nonostante tutto, sarai sicuramente meglio delle idee con le quali ti presenti, ma proprio non ci riesci ad ammettere che TUTTA LA STRUTTURA del Vaticano in tempi passati e recenti ha agito in collusione con regimi NAZI-FASCISTI? Che lo Stato Vaticano si comporta, sul piano intellettuale, come qualunque altro stato dittatoriale esistente oggi?

    La storia non sono io che la scrivo, vai su wikipedia, comprati qualche libro e scopri una volta per tutte che il Vaticano ha agito nella storia SOPRATTUTTO in DISPREZZO dei valori che professa, che l’uguaglianza VATICANO = VALORI DELLA RELIGIONE CATTOLICA non ha nessun senso.

    E questo, stai tranquillo,
    non lo diciamo per farti una “marachella”,
    ma perché, con vero piglio arzillo,
    ci si rivoltan proprio le budella…

  7. Per chi ha le idee un po’ confuse (…) un caldo invito a leggere questo articolo e soprattutto a vedere il video, che anche se in spagnolo lascia poco spazio a fraintendimenti.

    http://blog.libero.it/BLOGGNO/view.php?id=BLOGGNO&mm=0&gg=080303

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: