RomaCogitans

Un serbatoio di idee per chi ha a cuore le sorti di Roma

Finalmente una buona notizia!

Posted by romacogitans su 22 gennaio 2008

Anche se non mi riconosco né nelle idee né nei modi degli estremisti (di destra o sinistra non fa differenza, tanto sono uguali) plaudo alla distruzione della bolla del “grande fratello de’ noantri” un artefatto che non solo occupa suolo pubblico, ma deride un problema serio quale la casa, è parte di un programma televisivo che rappresenta una delle forme più denigranti in cui si rispecchia la società italiana, e offre per l’ennesima volta l’occasione per trasformare la città più bella del mondo in un sordido letamaio morale, con somma gioia dei nostri amministratori cinofili, mi viene da pensare.

Alla faccia del dialogo e della democrazia, pratiche in uso in Paesi civili, purtroppo vivere in un Paese che fa della violenza l’unico strumento per rivendicare i propri diritti porta necessariamente ad azioni come questa.

Dopo le scorribande, le violenze ed i saccheggi dei barbari venuti dall’Est e le reazioni della popolazione non protetta dalle forze dell’ordine, dopo gli assalti alle caserme degli pseudo-tifosi, dopo la rivolta a Napoli per la munnezz’ sedata dalla polizia e l’esercito, la guerra civile continua… ma i politici sembrano non preoccuparsene, tutti assorti a festeggiare Cuffaro che ha preso “solo” 5 anni di galera (che non sconterà mai), nel leccare il culo a Mastella ed al suo sparuto gruppo di camorristi, ed a genuflettersi davanti allo Stato Vaticano implorando perdono perché abbiamo osato dichiarare il nostro diritto all’esistenza… mentre noi schiattiamo in questo putridume…

Come disse il buon Grillo: VAFFANCULO! Ed io aggiungo: VOI ED IL GRANDE BORDELLO!

Ché ora si occupi la teca di Meier, dove è conservata la sacra ARA PACIS. Smontiamo e trasportiamo altrove quel triste manufatto e trasformiamolo in un asilo, un ambulatorio, una sala da ping-pong o per mostre d’arte moderna, o anche un bagno pubblico… insomma, restituiamogli una funzione più degna del suo aspetto!

9 Risposte to “Finalmente una buona notizia!”

  1. bluantinoo said

    siamo assolutamente daccordo con te, caro roma cogitans.
    Soprattutto per il discorso sul degrado morale che affligge i nostri poveri italiani ormai intossicati di tivvù spazzatura e soprattutto i romani: definitivamente dipendenti da estetiche sarannofamosine per superare provini granfratellini e accedere a trista fama di trucidi ignoranti tramite remix di Blog rai 3.
    C’è però da fare attenzione: se il tema sollevato dai “ragazzi della fiamma tricolore” è sacrosanto e il diritto alla casa va non solo salvaguardato, ma richiesto con rabbia, io diffiderei comunque di gente che va in giro con coltelli, bengala e si lascia strumentalizzare da qualche politicante nascosto che con la scusa di cavalcare problemi, va a finire che…ci marcia.

  2. Andrea Rossi said

    Non mi piacciono i metodi violenti, tuttavia ad i ragazzi che hanno sfasciato la casa vanno concesse le attenuanti, in primo luogo perche’ il grande fratello e’ una trasmissione oscena, in secondo luogo perche’ in questo caso e’ un insulto a tutte le persone che hanno seri problemi abitativi.

  3. rondoner said

    Finalmente. Chissà se quei coglioni catodici capiscono che l’Italia è in ginocchio e non si può continuare a fare il circo dei mostri per distrarli…

  4. Albert1 said

    Idea:

    Teca di Meier smontata e traslata in Vaticano, grande fratello dentro la teca.
    Ospite speciale della diretta il dott. Ratzinger che si confronterà con professori della Sapienza (uno ogni puntata). Ovviamente possibilità di televoto.

  5. Schifo i fascisti (decerebrati ideologizzati) e detesto la violenza, specie se gratuita, ma volevo solo rimarcare che siamo stati scaraventati da politici e potentati economici in un contesto da pieno medioevo, ed ora stiamo vivendo una strisciante guerra civile simile a quella degli anni di piombo.

    Certo, oggi non ci sono ideologie di mezzo a dare coerenza alle varie insurrezioni, ma perché non usciamo dal ’68, però mi pare che siamo combinati peggio di quelli che vivevano in quegli anni…

    Mi domando perché nessuno ne parli… Le mie possono sembrare parole folli, ma vedrete, vedrete…

    Albert1, sei un genio, un genio assoluto!

  6. Albert1 said

    RC: gongolo…😉

    Conto sull’enorme potere di “appiattimento” della comunicazione di massa. E’ il rovescio della medaglia di Internet e dei nuovi “media”: da una parte rendono fluido ed immediato il passaggio delle notizie e delle informazioni, vere o false che siano, dall’altra offrono infinite valvole di sfogo che in qualche modo mitigano il montare delle correnti e dei movimenti.
    Se non fosse per la Rete (che sia ringraziata quotidianamente più volte di quanto un benedettino ringrazia il Signore, tanto per restare in tema), qui saremmo già di nuovo negli anni di piombo. Su Internet è facile far girare ca**ate, ma è altrettanto facile spu**anarle.
    Quindi si realizza quella situazione in cui è vero tutto ed il contrario di tutto.
    Ciò magari non è bene in assoluto, ma aiuta a ragionare di più: le ideologie sono morte e sepolte (se mai ci sono state) e “la gente – cito testualmente un mio caro amico – tutta riunita nel popolo di auchan sta seduta sul suo c*lo e si guarda il suo ombelico. Questa nostra politicucola da strapazzo è riuscita nel meschino fine di omologare i bisogni e i desideri (bada bene, è la politica, NON il mercato): quanta gente oggi è disposta a fare una rivoluzione dal momento che gli si garantiscono (non necessariamente dando seguito alla promessa) l’appartamentino, la macchinina, lo stipendiuccio, la TV col satellite e la banda larga ?
    Tranquillo, la situazione è grave e le tue parole non sono folli (almeno io le ho capite) ma penso che qualsiasi proposito eversivo sarà facilmente soffocato da un bell’ecoincentivo e un creditino d’imposta qualsiasi. Ormai siamo tutti belli imbambolati, io starei solo molto attento ai “nuovi poveri”, quelli sì che mi preoccupano…

  7. Albert1 said

    E ancora, nessuno ne parla, perchè ne parlano tutti (con riferimento al commento precedente ed alla tua domanda): l’effetto è lo stesso.
    E da ultimo (ti prego) non mi chiamare fascisti quella manica di deficienti, sarebbe come dare del comunista a Veltroni: gli fai un favore non dovuto😉

  8. D’accordo sul degrado morale e sul plauso all’azione anti-Grande Fratello. Ma trovo raggelante istigare al vandalismo verso un’opera di architettura contemporanea.

  9. Albert1 said

    D.E.: più che vandalismo (perchè parli della teca, vero?) qui si istiga ad una appropriata ricollocazione e ad un conseguente più acconcio uso dell’opera. Ma senza rovinarla, eh ?
    D’altra parte come ho già scritto altrove a me la teca in assoluto piace e non ho nulla contro Meier, è solo che lì dov’è “nun se pò guardà”.

    A proposito, ieri uscendo dal tunnel di Porta Cavalleggeri, direzione Tevere, ho notato sulla destra un altro obbrobrio di cui non mi ero avveduto: marmo rosa, vetro, ma che cacchio è ?
    Prima c’era una buca, vabbè, ma cosa si sono inventati per riempirla ?

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: