RomaCogitans

Un serbatoio di idee per chi ha a cuore le sorti di Roma

Inaugurata la Linea C: la rivoluzione è compiuta!

Posted by romacogitans su 5 dicembre 2007

Articolo di Albertino Mattoncino, su Repubblica.Popolare.it, 30 febbraio 2025

C’erano tutti gli ex sindaci della Capitale che avevano ripreso e rilanciato i progetti nati nella”era” Rutelli, ma soprattutto all’inaugurazione della prima tratta della linea C (Pantano – Torre Angela) erano presenti gli stessi presidenti Rutelli e Veltroni, che hanno preso parte al viaggio inaugurale. “Signori in carrozza!” per dare uno schiaffo morale a tutti coloro che hanno accusato Rutelli prima e Veltroni poi di essere sindaci eccellenti solo nelle promesse e nelle scalate politiche. Rutelli – con la famosa cura del ferro – era tacciato di promettere infrastrutture di trasporto da spacciare Roma per Monaco di Baviera o Madrid, mentre a Veltroni si rinfacciava di voler convincere i romani di vivere a Hollywood. Ed invece il loro sogno di dotare la Capitale di una rete di trasporti su ferro si è avverato! Gli enormi risultati ottenuti stanno qui ora – sotto gli occhi anche dei più scettici – a testimoniare che non si trattava di strombazzanti annunci per prepararsi la scalata al potere nazionale, ma solide realtà.

A chi dice che Rutelli ha fatto solo proclami va fermamente risposto che Rutelli ha costruito le fondamenta sui cui l’attuale Presidente del Consiglio e senatore a vita Walter Veltroni durante la sua esperienza da sindaco della Capitale ha ri-costruito Roma, senza dimenticare che Rutelli ha ridato a Roma una cosa che è più importante di 10 linee di Metropolitana, e che si chiama CREDIBILITÀ. I due ex sindaci dovrebbero ottenere le scuse da parte di chi in passato li ha meschinamente attaccati e denigrati.

Interpellato a riguardo il Presidente della Repubblica Francesco Rutelli ha risposto: “questa nuova avveniristica metropolitana (che ricordiamo – unica in Europa – ha anche l’aria condizionata) salverà Roma dal traffico, ed è la riprova del grande lavoro portato avanti dall’Amministrazione Comunale, che ha sempre fatto seguire fatti ai programmi.” Negli anni scorsi ha infatti lasciato esterrefatti l’arroganza di chi – in maniera populistica – accusava il Campidoglio di svendere come innovative, rivoluzionarie e personali azioni nate non da strategie dell’entourage del sindaco ma dall’urgenza più improcrastinabile. Alla luce dei risultati ottenuti è invece innegabile che si tratta della logica conseguenza di una programmazione oculata e di una strategia lungimirante. Le azioni hanno avuto gestazioni lunghe solo per colpa dell’opposizione, dei problemi legati agli appalti, e dei ritrovamenti archeologici.

I detrattori sono stati ridicolizzati da queste decine, probabilmente centinaia di chilometri di nuove metropolitane (oltre alla C le nuove linee presto in funzione saranno ben 7: A1, B1, B2, C1, C2, D, D1 cui si aggiungerà l’anello ferroviario) che cambieranno la vita dei romani, che in un futuro prossimo (pochi anni, come ribadito dall’attuale primo cittadino della capitale Lele Mora) potranno vantarsi di vivere in una delle città con le infrastrutture di trasporto più efficienti ed avveniristiche del mondo. Tutti gli scettici sono stati messi a tacere, soprattutto coloro che maliziosamente dubitavano che i progetti venissero realizzati, addirittura – facendo sana dietrologia – perché il successivo candidato a Sindaco avesse da promettere qualche cosa, strategia attuabile solo se si trova qualche “emergenza”. Sono stati sconfitti dai risultati che sono davanti tutti noi coloro che asserivano che il caos a Roma è minuziosamente pianificato perché alla classe politica conviene così, per creare le condizioni del ricatto, delle sperequazioni, dello scambio politico, dello scontro tra classi secondo il “Divide et impera”.

La cronaca ha invece dimostrato che se vi sono stati ritardi questi sono dovuti soprattutto ai ritrovamenti archeologici: anche i bambini sanno che a Roma non si possono costruire le metropolitane per i resti dell’Antica Roma che vengono fuori quando si scavano le gallerie delle metropolitane.

La nuova linea C – grazie alle rivoluzionarie tecnologie adottate – avrà una frequenza di un convoglio ogni 15 minuti nelle ore di punta, confermando anche con una gestione all’avanguardia la sua importanza nel combattere il traffico.

6 Risposte to “Inaugurata la Linea C: la rivoluzione è compiuta!”

  1. Martina said

    fortissimo!!

  2. Andrea Rossi said

    Si infatti…campa cavallo che l’erba cresce, io spero di riuscire a prendere qualche metropolitana che mi porti a lavoro prima di diventare vecchio, ma non ci credo molto…

  3. Flavio said

    Complimenti a tutti i sindaci e agli assessori che in questi 20 anni hanno portato avanti questo meraviglioso progetto!

  4. superbisco said

    ” CREDIBILITA’! ” ma de che?

  5. manuele said

    roma 2017 ?? beh se la fequenza è di un convoglio ogni 15 (?!) minuti nelle ore di punta stiamo freschi .. che mi pare ovvio, tanto c’è l’aria condizionata🙂
    cmq per precisazione, i lavori per la linea c non sono ancora cominciati sul serio; se andate a controllare sul sito c’è scritto stato di avanzamento dei lavori/scavi : O% !!!!
    per ora hanno fatto solo le indagini archeologiche!
    gli amministratori e i politici parlano della nuova linea come se fosse già in stato avanzato di realizzazione, invece probabilmente non hanno messo sotto terra nemmeno le talpe ! poi mi chiedo, ma i tracciati costruiti quando era sindaco rutelli, sono abbandonati o verranno recuperati ?

  6. alberto said

    Bellissimo!
    sai pure come andrà a finire la storia del corridoio della Immobilità sulla Togliatti?😀 (una risata x non piangere)

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: