RomaCogitans

Un serbatoio di idee per chi ha a cuore le sorti di Roma

“Ecosistema urbano 2008” a Roma

Posted by romacogitans su 16 ottobre 2007

Nelle scorse ore ho cercato di capire come sia possibile che un modesto amministratore che ha ottenuto ottimi risultati a Roma nella (anche lei utile) politica dell’effimero (feste, notti bianche, ecc), ma decisamente meno nel soddisfacimento di bisogni più cogenti (sicurezza, traffico, ambiente) possa abbindolare circa tre milioni di persone e farsi passare per salvatore della Patria. La storia però insegna: essere dotato di buona dialettica (ricordiamo alcuni dittatori, anche se è lungi da me l’idea di paragonare Veltroni ad un dittatore!) spesso è molto più importante della concretezza delle azioni: fanno più mille promesse che il raggiungimento di un obiettivo. E ora che il VERO obiettivo è stato raggiunto, non mi sorprenderebbe che tutti i cantieri dispersi per Roma chiudessero e su ogni cancello ai “lavori in corso” comparisse la scritta “ABBIAMO SCHERZATO”.

Comunque, a 48 ore dall’acclamazione a leader del PD del sindaco di Roma (che ripercorre il tragitto di Rutelli) e 24 ore dalla giornata mondiale dei blogger dedicata all’ambiente, cade a fagiolo la ricerca di Legambiente “Ecosistema urbano 2008” , in cui 110 città italiane vengono messe a confronto secondo vari elementi.

Ebbene, nella CLASSIFICA FINALE ECOSISTEMA URBANO 2008 (dati 2006, elab. 2007), Roma è al 55° posto (era al 60° nel 2007, cioè in base ai dati del 2005), quindi c’è stato tra il 2005 ed il 2006 (cui questi dati fanno riferimento) un certo miglioramento. Per la qualità dell’aria siamo all’80° posto nella media annuale dei valori medi registrati (con 68,3) per Biossido di Azoto-NO2 (μg/mc). Non va meglio per il PM10 (siamo al numero 57) né per il Benzene (58°), ma va un po’ meglio per l’Ozono (33° posto).

I dati relativi all’uso delle riserve idriche ed ai rifiuti urbani sembrano confortanti (ed il dato spiazza chi vive a Roma!).

Per il trasporto pubblico nelle quattro “metropoli” italiane, l’offerta di Roma è di 65 Km-vettura/ab/anno, seconda solo a Milano, ma meglio di Torino e Napoli, cui fa però riscontro un tasso di motorizzazione pari a 74 auto circolanti ogni 100 abitanti (auto/100ab.), relegando Roma al terzultimo posto della graduatoria… sarà perché qui siamo tutti ricchi o perché senza auto a Roma sei perso? L’indice di ciclabilità è 1,41 (m_eq./100ab.) – lunghezza e tipologia della piste ciclabili e zone30 – lasciando Roma solo al 68° posto, ma questo è comprensibile: a Roma non vengono fatte piste ciclabili perché non abbiamo i climi miti dell’Olanda e della Germania… e poi abbiamo visto i rischi che si corrono se ci si avventura su una pista ciclabile.

Per ciò che concerne le politiche energetiche, sfogliando i dati si ha l’impressione che Roma sia all’avanguardia, anche se è difficile dire quanto (tra numero di pannelli solari e teleriscaldamento) possa dipendere dalle politiche comunali. Un dato però ci riporta alla realtà: la capacità di risposta delle Amministrazioni comunali ci scaraventa al 50° posto, facendo derivare i risultati positivi ottenuti più dalla iniziativa privata che da quella pubblica.

Possiamo tirare delle somme? A vedere questi numeri nel 2006 non stavamo poi tanto male… ma la sensazione personale è che negli ultimi 24 mesi le cose non siano migliorate, anzi.. senza dimenticare che il problema criminalità doveva ancora esplodere in tutta il suo terribile fragore… e solo qualche politicante arrivista e qualche babbeo non ne hanno sentito il boato.

Una Risposta to ““Ecosistema urbano 2008” a Roma”

  1. superbisco said

    Sarebbe molto interessante paragonare questi dati con le altre capitali Europee.

    Dicono che Roma sia secondo solo a Oslo per aree verdi. Se però si analizzano le micro-aree (quartiere per quartiere) si scopre che Roma cade vertiginosamente in fondo alla classifica. Perchè è facile parlare di aree verdi inserendo le ville Pamphili, Ada, Borghese e quant’altro.

    Se poi si monitorizza la respirabilità dell’aria ci sia accorge che siamo nella m…a fino al naso.

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: