RomaCogitans

Un serbatoio di idee per chi ha a cuore le sorti di Roma

Il costo del trasporto pubblico

Posted by romacogitans su 26 settembre 2007

Ogni tanto – più per necessità che per diletto – prendo quelle macchine del tempo con le ali che si chiamano aerei (da non confondere con le decrepite bare volanti M80 in dotazione all’Alitalia, quelle coi motori attaccati alla coda tanto per capirci) e viaggio nel lontano futuro, spesso sino ad arrivare al XXI secolo.

A Barcellona la scorsa settimana mi sono fatto una bella chiacchierata col capo di TMB, la società che gestisce il trasporto della “capitale” catalana, che tra le varie cose mi ha confidato che il costo del biglietto di €1 praticato a Barcellona sarebbe sufficiente per coprire i costi del servizio (elettricità, stipendi ai macchinisti, ecc.), mentre l’intervento dello Stato e della Catalogna sono necessari per compensare i minori introiti derivati da abbonamenti, carnet di 10 o 30 biglietti, ecc, insomma di tutte quelle forme di incentivazione (sconti, esenzioni) all’utilizzo del mezzo pubblico.

Oggi al TG regionale di RAI 3 sento il Sig. Vento, capo dell’ATAC, dire che il costo di €1 del biglietto a Roma è tra i più competitivi d’Europa, e che in realtà all’ATAC ne servono ben €3, che ovviamente vengono sborsati dalle pubbliche amministrazioni (quindi sono sempre nostri soldi).

E’ vero che a Roma il biglietto costa meno che in alcuni Paesi civili, ma è anche vero che noi abbiamo due risicate linee del metro rispetto a circa una decina di linee tra TMB e FGC , ed i costi di gestione penso possano essere ben diversi.

Sig Vento, ma con quei €2 che prelevate dallo Stato e dalla Regione, che ci fate?!?!

6 Risposte to “Il costo del trasporto pubblico”

  1. circondati said

    Ci pagano le “consulenze” !!!
    Il consulente amico del cognato, il nipote dell’amico, il fratello dello zio del nipote…. etc… etc…

  2. Daniele said

    Se li intascano. Senza contare i soldi che gli entrano con le pubblicità di cui ricoprono i mezzi pubblici.

  3. marcello said

    semplice….ce vanno in vacanza!!!!…ed è scientificamente provato

  4. ladri!

    ci dobbiamo ribellare

    Romac. bel post, bravo, io lo manderei a tutti i giornali e blog!!!

  5. Sessorium said

    Condivido la lettura di “Circondati”

  6. Leo said

    …sull’onda di quanto fatto da Grillo (e credo che tutti sappiate di cosa parlo) verrebbe voglia di fare una proposta di legge popolare che obblighi il settore pubblico (del privato per ora lasciamo stare…) ad informare in opportuni modi e sedi dell’utilizzo dei soldi “pubblici”. E’ chiaro che oggi i bilanci sono “pubblici”, ma quanto tempo e’ dedicato alla loro discussione approfondita? Chi si prende la briga di spiegare in modo decente come sono spesi i soldi? E’ tanto utopistico pretendere di avere un servizio pubblico televisivo che al posto di sparare le solite c….ate parli di qualcosa che riguardi veramente la collettivita’? Se c’e’ un avvocato “leguleio” che segue il blog, si faccia avanti per favore!

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: