RomaCogitans

Un serbatoio di idee per chi ha a cuore le sorti di Roma

    Annunci
  • . . Cicciobellus Homo Providentiae . Scegli sindaco
  • Nota per Levi-Prodi-Gentiloni sul ddl del 3 agosto 2007

    Questo Blog non è un prodotto editoriale, ma un diario che permette di sfogare le frustrazioni di abitante di una città da terzo mondo e cittadino governato da malfattori e farabutti come voi. Questo Diario-Blog non ha niente di paragonabile a prodotti “di informazione, di formazione, di divulgazione, di intrattenimento”, ma è piuttosto una forma moderna per non finire attaccati ad una bottiglia di Whisky per dimenticare lo squallore romano e italiano in cui ci state gettando... Insomma, bamboccioni miei incollati sulle Poltrone, esprimere e scrivere le mie idee per me rappresenta una forma terapeutica che regolarizza il mio battito cardiaco e tiene sotto controllo la pressione, oltre alle palle che rallentano il loro vorticare… Chi mi vuole staccare la spina dovrà vedersela con la CEI e il Papa! ;)
  • Commenti recenti

    Perché NON si può vo… su Sette piani di convenienza, pe…
    Perché NON si può vo… su Con la bici non arrivi in uffi…
    Perché NON si può vo… su Promesse di ferro, ma Roma è r…
    Perché NON si può vo… su Ministeri, in arrivo il piano…
    Perché NON si può vo… su Il negazionismo rutelliano
  • RSS Articoli da Blogs a Roma

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.
  • Categorie

  • Archivi

  • Libro bianco sulla città di Roma

  • No alla festa del cinema!

  • Dove sono finiti i fondi della finanziaria 2007 per il Software Libero?

Una funivia in città

Posted by romacogitans su 11 luglio 2007

Molti sono rimasti sorpresi dall’ultima proposta del Comune: usare una funivia per collegare il popoloso quariere della Magliana con quella che ambiziosamente viene chiamata la city di Roma, ossia il quartiere EUR, e – cosa forse ancor più importante – con la Linea B della metropolitana.

Personalmente noto una sorta di contrappasso nell’affiancare al mostruoso viadotto (con lo stesso investimento ci si facevano tre ponti!) un’opera così innovativa per Roma, soluzione che è però già stata adottata in molte altre città, specie orientali, con funivie talvolta costruite proprio da aziende italiane.

L’idea della funivia sul Tevere sembra un po’ strampalata, e c’è chi dice che dovrebbero piuttosto farne una a Monte Mario e farla passare sopra l’Olimpico (visto i collegamenti assenti attorno allo stadio). Però anche quella tra Eur e Magliana pare carina come iniziativa: invece di gettare asfalto tirano cavi d’acciao; poi non inquina, e questo è un buon punto.

Nella pagina del Comune di Roma si parla di un collegamento tra via dell’Impruneta e la Stazione Magliana della metro B, però non ricordo nessuna fermata della linea FR1 (Aeroporto di Fiumicino – Tiburtina – Fara Sabina) a via dell’Impruneta, sbaglio?

Se poi vogliamo prendere esempio da alcune funivie sciistiche, sarebbe ottimo prevederne un prolungamento sino a Monteverde per arrivare sino al tram 8, anche per sfruttare la morfologia territoriale della zona che ha un forte dislivello alle spalle della Magliana, e fare quindi della fermata Magliana una stazione intermedia.

Comunque, sono sicuro che ci sia della confusione a parlare di via dell’Impruneta, ma ci si riferisca in realtà alla stazione villa Bonelli, che mi sembra abbiano riaperto, dopo che la “cura del ferro” di Rutelli era cominciata con la sua chiusura. Infatti nella costruzione di una infrastruttura di trasporto solo un pazzo non partirebbe dal principio della intermodalità, ovvero di collegare linee e stazioni preesistenti. Non dimenticando che collegare la FR1 all’EUR finalmente scioglierebbe quell’annoso nodo che vede una quasi irraggiungibilità con i mezzi pubblici della futura Cittadella dei Congressi dal pur vicino Aeroporto di Fiumicino.

Annunci

4 Risposte to “Una funivia in città”

  1. Smemo73 said

    Nell’apprezzare tale progetto, faccio presente che il “capolinea” è previsto in via dell’impruneta con probabile prolungamento fino alla stazione di villa bonelli.
    Farla fino a monteverde/portuense mi pare eccessivo, non è poi così vicino.

    Comunque ben vengano queste iniziative per miglirare i collegamenti e il trasporto in città.
    Ma la cosa più importante per Roma sono le metropolitane, bisognerebbe iniziare subito i lavori per la linea D e cominciare a progettare almeno altre due tre linee per avere tra qualche decennio un trasporto più efficiente capillare.

  2. zed said

    Confermo che il progetto per il momento prevede soltanto un possibile prolungamento fino alla cosiddetta stazione FR1 “VILLA BONELLI” (che si chiama così ma che in realtà si trova al livello inferiore del parco di Villa Bonelli, e dunque più propriamente alla Magliana Nuova, e non nella zona residenziale detta “Villa Bonelli” che sorge invece al livello della parte più alta del parco).
    A mio avviso, però, proprio in considerazione della particolare conformazione orografica della zona, che come giustamente rilevato nell’articolo è in forte pendio, sarebbe davvero il caso di prolungare ulteriormente la funivia aggiungendo almeno una stazione e spostandone il capolinea definitivo al livello di via Montalcini, dov’è il capolinea degli autobus delle linee 44 (che va a p.za Venezia attraversando tutto Monteverde ed incrociando l’8) e 774 (che va alla Stazione Trastevere, seguendo da un certo punto in poi lo stesso percorso dell’8).
    La Funivia, così prolungata, conterebbe così 4 fermate:
    – Capolinea alla fermata EUR MAGLIANA della metro B;
    – Fermata di v. dell’Impruneta;
    – Fermata “Villa Bonelli” (stazione FR1);
    – Capolinea di v. Montalcini;
    In questo modo, con uno sforzo economicamente minimo, oltre a risolvere il problema “storico” rappresentato dalle difficoltà di collegamento reciproco tra i quartieri Magliana Nuova e Portuense (contigui ma separati da dislivello e ferrovia) e tra entrambi i quartieri e l’EUR, si renderebbe accessibile la stazione della metro B “EUR Magliana” (e, un domani, quella della metro D “Magliana Nuova”) anche dal quartiere Portuense (penso in particolare alle zone di S. Silvia e dell’Imbrecciato/v. Lenin, oltre che ovviamente alla zona residenziale di Villa Bonelli in senso stretto), altrimenti condannato a rimanere forse l’unica parte di Roma in un raggio di 5/6 km dal Campidoglio ad essere completamente tagliata fuori dalla rete del trasporto su ferro…

  3. Marco Ulivieri said

    Ciao a tutti… non avevo mai sentito parlare di possibili prolungamenti oltre via dell’impruneta. A me sembrano tutti validi, ma l’unico problema che vedo è che tra la metro EUR Magliana e via dell’impruneta sotto c’è solo il Tevere, mantre da via dell’impruneta a Villa Bonelli e oltre ci sono dei palazzi, strade e quant’altro. Per poter fare una simile operazione bisognerebbe alzare i cavi ben oltr il progetto iniziale.
    Ma sapete quando iniziano a lavorare? avevo letto che a marzo erano cominmciati alcuni espropri intorno alla futura fermata dell’impruneta, ma per il momento non ho visto nulla.

  4. No Marco, era tutto un bluff, una delle tante promesse populistiche ed elettoralistiche, in pieno “stile Rutelli”, per capirci.

    Maggiori informazioni le puoi attingere da qui:

    http://nuke.iltrenino.info/Progetti/CabinoviadellaMagliana/tabid/75/language/it-IT/Default.aspx

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: