RomaCogitans

Un serbatoio di idee per chi ha a cuore le sorti di Roma

‘N omo, ‘na donna… basta che smettano di prenderci per i fondelli

Posted by romacogitans su 9 luglio 2007

Da tempo aleggia nell’aria l’ipotesi di Fini candidato al Campidoglio… il nuovo che avanza, mi viene da pensare… dopo Rutelli e Veltroni con Fini faremmo filotto di politici che si rifanno il trucco a Roma per affrontare la politica nazionale… Purtroppo per noi cittadini Roma è una vetrina unica per spiccare il volo verso la leadership della rispettiva coalizione.

Stufo dei soliti politicanti, avanzo la candidatura di Carletto Mazzone, vero “core testaccino”, e mi si risponde che fosse ancora in vita sarebbe stato opportuno far candidare Gabriella Ferri, perché è ora che una donna salga al Campidoglio. Pur nel pieno rispetto del sommo Mazzone, eleggere una donna a primo cittadino mi sembra una idea PERFETTA… basta che non le si dia la delega a mobilità e parcheggi, però!

Qualcun altro propone di eleggere un tecnico, cosa che mi lascia perplesso, anche dopo aver visto cosa riescono a fare i commissari straordinari (tipo Bertolaso in Campania)… ma poi, un tecnico di che? Un laureato in scienze politiche? Non provate a mettere un architetto o un ingegnere nella stanza dei bottoni, ché è gente capace di far spianare i Fori Imperiali per “la necesità di dotare Roma di opere d’arte moderne” gli uni o in base a aggrovigliati quanto inutili calcoli modellistici gli altri…

E’ vero che c’è bisogno di gente capace ed intelligente prima di buttarsi sul dualismo “un uomo o una donna”, però ritengo sia giunto il momento che a Roma amministri una donna: di sicuro peggio dei suoi colleghi maschi non potrà fare… a meno che, sentendo il peso della responsabilità, non faccia che scimmiottare il compromissorio e populistico comportamento dei colleghi dal cromosoma XY.

Una Risposta to “‘N omo, ‘na donna… basta che smettano di prenderci per i fondelli”

  1. Martina said

    Ok ok se insisti mi candido!

    E poi io parcheggio benissimo (anche se la macchina l’ho venduta e ora vado in metro …ma che vuoi sono quasi ad emissioni zero!!)

    Sabato mattina a Viale Trastevere la Consulta donne dell’Italia dei Valori raccoglierà con un banchetto le firme per la proposta di legge di iniziativa popolare che intende dare piu’ possibilità alle donne nelle assemblee elettive (50% dei posti per le donne e liste elettorali in cui i candidati maschili e femminili siano elencati in maniera alternata, appunto una donna, un uomo ecc. e no come avviene ora..tutti uomini e al 20° posto la prima donna!!!

    e cosi’ è chiaro che nessuno le vota, no?

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: