RomaCogitans

Un serbatoio di idee per chi ha a cuore le sorti di Roma

Il ruolo sociale di multe e sanzioni

Posted by romacogitans su 19 giugno 2007

Il principale ruolo delle sanzioni non è punire, quanto rappresentare un deterrente affinché non vengano commessi reati o comunque atti che pregiudichino uno o più membri della società. Nel momento in cui reati di un certo tipo vengono commessi in numero elevato, risulta evidente che la funzione di prevenzione operata dalla specifica minaccia di punizione è quanto meno indeguata.

Per questo le multe e le sanzioni per chi commette infrazioni che potenzialmente possono avere forti ripercussioni sociali e finanziarie sulla comunità devono essere salatissime, perché i singoli devono essere responsabilizzati e responsabili delle proprie azioni e non far ricadere sulla comunità i propri errori ed imprudenze, nonché malefatte.

Ad esempio, nell’ambito esclusivo delle sanzioni pecuniarie, per calcolare l’ammontare della multa per chi va in moto senza casco ed in auto senza cintura di sicurezza, sarebbe opportuno basarsi su:

1) il costo medio per un incidente in sé (conseguenze economiche per i vari automobilisti che subiscono il blocco del traffico, costo dell’intervento dei vigili urbani, carro attrezzi, rimozione pezzi incidentati, pulizia asfalto da liquidi sdrucciolevoli o infiammabili, ecc);

2) il costo medio per i soccorsi medici ed ospedalieri (autoambulanza, operazioni chirurgiche, degenza post-operatoria);

3) costi sociali/sanitari medi (improduttività dell’incidentato come lavoratore, riabilitazione, pensione invalidità).

Insomma, non si può andare avanti con la società tutta che deve accollarsi i costi per chi guida senza cintura, fa un incidente e rimane paralizzato a vita; di chi fuma e poi deve essere operato di tumore all’esofago; ecc…

Una Risposta to “Il ruolo sociale di multe e sanzioni”

  1. Leo said

    …credo sia ragionevole aggiungere, come gia’ in vigore in almeno un paese europeo (non ricordo quale), che la multa dovrebbe anche essere proporzionale al reddito della persona. Il deterrente e’ tanto piu’ efficace quanto piu’ colpisce “nelle tasche” la persona.

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: