RomaCogitans

Un serbatoio di idee per chi ha a cuore le sorti di Roma

  • . . Cicciobellus Homo Providentiae . Scegli sindaco
  • Nota per Levi-Prodi-Gentiloni sul ddl del 3 agosto 2007

    Questo Blog non è un prodotto editoriale, ma un diario che permette di sfogare le frustrazioni di abitante di una città da terzo mondo e cittadino governato da malfattori e farabutti come voi. Questo Diario-Blog non ha niente di paragonabile a prodotti “di informazione, di formazione, di divulgazione, di intrattenimento”, ma è piuttosto una forma moderna per non finire attaccati ad una bottiglia di Whisky per dimenticare lo squallore romano e italiano in cui ci state gettando... Insomma, bamboccioni miei incollati sulle Poltrone, esprimere e scrivere le mie idee per me rappresenta una forma terapeutica che regolarizza il mio battito cardiaco e tiene sotto controllo la pressione, oltre alle palle che rallentano il loro vorticare… Chi mi vuole staccare la spina dovrà vedersela con la CEI e il Papa! ;)
  • Commenti recenti

    Perché NON si può vo… su Sette piani di convenienza, pe…
    Perché NON si può vo… su Con la bici non arrivi in uffi…
    Perché NON si può vo… su Promesse di ferro, ma Roma è r…
    Perché NON si può vo… su Ministeri, in arrivo il piano…
    Perché NON si può vo… su Il negazionismo rutelliano
  • RSS Articoli da Blogs a Roma

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.
  • Categorie

  • Archivi

  • Libro bianco sulla città di Roma

  • No alla festa del cinema!

  • Dove sono finiti i fondi della finanziaria 2007 per il Software Libero?

  • Annunci

Nettezza Urbana: cartoneros all’italiana?

Posted by romacogitans su 1 giugno 2007

Per combattere il dilagante problema delle bottiglie gettate ovunque o frantumate su strade e marciapiedi, bisognerebbe reintrodurre i vuoti a rendere, per bottiglie in vetro o plastica, per latte e lattine, per barattoli in vetro. Le bottiglie in plastica dovrebbero essere rimpiazzate da quelle in vetro, ma gradatamente, per evitare concorrenza scorretta, permettere la riconversione delle aziende produttrici di manufatti in plastica.

La stessa strategie di far pagare un deposito si dovrebbe applicare anche su altri prodotti, dai giornali, ai pacchetti che contengono le sigarette, e forse alle cicche di sigaretta stesse! Chi è interessato a rientrare in possesso di questi soldi può portare ad appositi centri i “vuoti”.

Da un altro punto di vista si può pensare che così i nullatenenti per strada abbiano una nuova fonte di sostentamento grazie a questa sorta di “accattonaggio”, che però avrebbe vantaggi per la società.

Si potrebbe però verificare che il territorio venga suddiviso mafiosamente tra bande rivali, e che i novelli raccoglitori di rifiuti riciclabili possano venire sfruttati? In Italia sicuramente, vista la oramai prassi della penetrazione di organizzazioni malavitose in ogni tipo (dalle nostrane Mafia e Camorra, alle bande di rumeni ed albanesi) nella gestione di qualsiasi cosa foriera di guadagni! Chissà, forse una società pubblica sarebbe necessaria, l’AMA stessa qui a Roma, ma l’esperienza in Campania dovrebbe servirci da monito, dove migliaia di persone percepiscono lo stipendio per non fare NULLA.

In Argentina è famoso il fenomeno dei cartoneros, o anche sono interessanti gli studi fatti dalla ICLEI… sicuramente da Paesi a noi simili – anche se decisamente più all’avanguardia della malconcia penisola italica – possiamo solo imparare.

Annunci

7 Risposte to “Nettezza Urbana: cartoneros all’italiana?”

  1. Anonimo said

    Se lo conosci lo eviti…il nuovo leader del PD

    Walter !! Il nuovo leader del PD … aumenta “SOLO” del 30% le bollete della nettezza urbana a Roma.
    Un grande leader , che sputacchia in faccia a tutte le famiglie romane e si appresta a farlo anche a livello nazionale….evitatelo!!! Ringraziamo Walter per gli aumenti delle tariffe e per l’aumento vertiginoso di sporcizia ,degrado e delinquenza nelle vie della capitale.
    Di seguito vi riporto i dati che con l’arrivo delle bollette sono stati chiramente smentiti , gli aumenti per le famiglie sono di oltre il 30%.
    E bravo Walter!!

    Ma veniamo ai dati: per il 2007 la tariffa annuale aumenta del 15,88% per tutte le utenze domestiche e del 31,59% per le utenze non domestiche ad eccezione di alberghi e ristoranti che pagheranno il 42% in più (la proposta della Giunta era del 46%). La tariffa, come sempre, si paga in due rate con le bollette che saranno emesse a maggio e novembre 2007.

    Tratto da http://seeraberlusconi.splinder.com/

  2. Non era mia intenzione buttarla sul politico, però visto che sembra essere il gioco preferito da molti, penso valga la pena citare l’articolo http://www.spreconi.it/2007/05/tutto_loro_oro_.html su Napoli, apparso sul sito gemello dell’Espresso

  3. Diversi anni fa, c’era la bottiglia del latte in vetro. Quando andavi a comprare il litro o il 1/2 litro portavi la bottiglia vuota e compravi la nuova scalando dall’importo il costo del vuoto. Se fosse re-impostata questa abitudine sul latte ma su 1000 altre cose … ci sarebbe un guadagno per tutti, con in più l’allontanamento dello spettro citato “Si potrebbe però verificare che il territorio venga suddiviso mafiosamente tra bande rivali” in quanto a parità di consegna dovrebbe corrispondere un acquisto.
    Laura

  4. freebike said

    Sarebbe una lodevole iniziativa, quello che si verificherebbe, è che gli alcolizzati invece di chiedere l’elemosina ai semafori, raccoglierebbero tutto il vetro possibile (con le varie mafie alle calcagna), visto con i miei occhi a Berlino.
    anvedi c’è gridodiroma, ciao

  5. freebike said

    manca il “però” dopo “quello che si verificherebbe”

  6. Toh ! anche “Freebikepedia” da queste parti …

  7. A completamento della proposta riporto il più dettagliato articolo di Martina sul suo Miglioraroma

    http://miglioraroma.blogspot.com/2007/07/idea-per-eliminare-il-vetro-dalle.html

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: