RomaCogitans

Un serbatoio di idee per chi ha a cuore le sorti di Roma

  • . . Cicciobellus Homo Providentiae . Scegli sindaco
  • Nota per Levi-Prodi-Gentiloni sul ddl del 3 agosto 2007

    Questo Blog non è un prodotto editoriale, ma un diario che permette di sfogare le frustrazioni di abitante di una città da terzo mondo e cittadino governato da malfattori e farabutti come voi. Questo Diario-Blog non ha niente di paragonabile a prodotti “di informazione, di formazione, di divulgazione, di intrattenimento”, ma è piuttosto una forma moderna per non finire attaccati ad una bottiglia di Whisky per dimenticare lo squallore romano e italiano in cui ci state gettando... Insomma, bamboccioni miei incollati sulle Poltrone, esprimere e scrivere le mie idee per me rappresenta una forma terapeutica che regolarizza il mio battito cardiaco e tiene sotto controllo la pressione, oltre alle palle che rallentano il loro vorticare… Chi mi vuole staccare la spina dovrà vedersela con la CEI e il Papa! ;)
  • Commenti recenti

    Perché NON si può vo… su Sette piani di convenienza, pe…
    Perché NON si può vo… su Con la bici non arrivi in uffi…
    Perché NON si può vo… su Promesse di ferro, ma Roma è r…
    Perché NON si può vo… su Ministeri, in arrivo il piano…
    Perché NON si può vo… su Il negazionismo rutelliano
  • RSS Articoli da Blogs a Roma

    • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.
  • Categorie

  • Archivi

  • Libro bianco sulla città di Roma

  • No alla festa del cinema!

  • Dove sono finiti i fondi della finanziaria 2007 per il Software Libero?

  • Annunci

Vigilanza stradale

Posted by romacogitans su 8 dicembre 2006

MOMENTO 1: privatizzare i controlli stradali in città: il territorio dovrebbe essere suddiviso in aree (i municipi?) e diverse agenzie private dovrebbero aggiudicarsi gli appalti per il controllo di strade e parcheggi. La multa verrebbe fatta assieme ad una serie di fotografie digitali che attestino il reato commesso. Le multe andrebbero pagate al Comune, che poi provvederebbe a girare alle agenzie una percentuale sulle specifiche multe assegnate, quindi più multe si fanno, più soldi l’agenzia guadagna!

MOMENTO 2: partendo dall’esempio precedente, in un secondo momento sarebbero i privati cittadini a fare questo lavoro. Qualcuno potrebbe scambiare l’operato per delazione, altri per azioni sinonimo di buona cittadinanza, mentre alla base del processo vi è un semplice meccanismo di generale potenziale punizione che prende il posto di pratiche non scritte di rispetto della legge e rispetto degli altri, fiducia e reciprocità, oramai purtroppo al tramonto, ed invita i cittadini a far rispettare le regole, sistema legato ad una motivazione economica che farebbe affluire nelle tasche dei cittadini “delatori” dei bonus da poter scalare dalle tasse.

Diamo il buon esempio: cominciamo a mandare  le foto a mailblog-pubblicagogna@yahoo.com , del sito http://pubblicagogna.wordpress.com/flagranza/

Annunci

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: